menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Parmigiano ha gli occhi a mandorla: 10mila forme in Cina nel 2015

Parlando con il presidente del Consorzio, il ministro dell'Agricoltura cinese ha manifestato "interesse per la comunicazione e le azioni promozionali che l'ente di tutela intende sviluppare su un mercato che ha un bassissimo consumo di formaggi"

Il ministro dell'Agricoltura cinese, Han Changfu, nel corso dell'incontro che ha avuto per protagonisti il ministro Saverio Romano, e il Commissario Ue all'agricoltura, Dacian Ciolos, ha confermato che la Cina guarda con interesse al progetto di penetrazione nel più grande mercato del mondo messo a punto dal Consorzio del Parmigiano-Reggiano.

Lo ha reso noto lo stesso Consorzio. Parlando con il presidente Giuseppe Alai, il ministro cinese ha manifestato "interesse per la comunicazione e le azioni promozionali che l'ente di tutela intende sviluppare su un mercato caratterizzato da un bassissimo consumo di formaggi (30 grammi pro-capite), ma anche da alte potenzialità di crescita legate all'aumento dei ristoranti occidentali nelle città cinesi, all'apertura dei giovani a prodotti e stili di vita internazionali, alla sensibilità crescente verso prodotti di grande storia e tradizione, originali e garantiti".

"Non a caso - sottolinea Alai - per il 2019 è previsto che i consumi di formaggio si attestino già a 230 grammi-procapite, con il passaggio del dato complessivo dalle attuali 40 tonnellate a circa 303.000: in tale scenario, secondo i nostri studi e le conseguenti azioni che coinvolgono gli esportatori, il Parmigiano-Reggiano andrebbe a collocarsi con 2.730 tonnellate. Il primo obiettivo possibile è comunque quello fissato per il 2015, con un'esportazione pari a 370 tonnellate, pari a 10.000 forme". In un decennio il Consorzio ipotizza i raggiungere le 16.700 tonnellate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento