rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Economia

"Vogliamo essere retribuiti come i colleghi delle altre città": i corrieri di Sda Parma entrano in sciopero

Filt Cgil, Fit Cisl e UilTrasporti hanno proclamato la mobilitazione per il 9 e il 10 marzo

Le Segreterie territoriali di Filt Cgil - Fit Cisl - UilTrasporti hanno proclamato la mobilitazione dei driver operanti in Sda Parma con due giornate di sciopero per il 9 e 10 marzo 2023. La mobilitazione e lo sciopero riguarderanno tutte le lavoratrici e lavoratori dell'Azienda Levante Servizi, che opera in appalto di SDA Express Courier, proprietà di Poste Italiane. 

Le Organizzazioni Sindacali chiamano i lavoratori alla lotta, dopo l'ennesimo confronto svoltosi il giorno 2 marzo 2023, che ha visto nuovamente il diniego da parte dell'Azienda Servizi del Levante ad innalzare le retribuzioni dei lavoratori, aumentando gli importi delle trasferte erogate, e in cui non è stato possibile continuare il confronto in merito alla piattaforma rivendicativa presentata dalle Organizzazioni Sindacali per la filiale di Parma, anche in maniera progressiva, poiché a nostro avviso in questa trattativa vi è l'assenza del committente Sda Express Courier. 

I sindacati rivendicano niente di più e niente di meno delle condizioni economiche e normative che SDA Express Courier ha fatto riconoscere ai Corrieri di altre filiali limitrofe della Regione Emilia-Romagna, pertanto non si comprendono le motivazioni per le quali i lavoratori di Parma debbano avere un diverso trattamento economico a parità di lavoro. 

Inoltre, dopo la stipula di un accordo economico decoroso per i driver, sarà necessario aprire il confronto sui carichi di lavoro e sulle franchigie per danni addebitate ai lavoratori in caso di incidente. I lavoratori che operano in appalto SDA Express Courier meritano un lavoro dignitoso e retribuito al pari di tutti gli altri driver della filiera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliamo essere retribuiti come i colleghi delle altre città": i corrieri di Sda Parma entrano in sciopero

ParmaToday è in caricamento