Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

"Servizi socio assistenziali per anziani: i tempi sono maturi per ripensarli radicalmente"

Spi Cgil e Fp Cgil Parma chiedono che si aprano tavoli di confronto per nuovi protocolli d'intesa

"Come sindacati unitariamente, sia confederali che di categoria - si legge in una nota- abbiamo elaborato una proposta complessiva che mettesse a sistema tutte le esigenze che si sono manifestate nel settore socio assistenziale per gli anziani durante la pandemia. Parliamo di criticità latenti che durante l’emergenza sanitaria hanno portato alla luce la necessità di una revisione complessiva dei servizi socio sanitari assistenziali ed il potenziamento della sanità territoriale, quale argine principale per evitare l’ospedalizzazione. Tutti temi sui quali il sindacato ha già ampiamente esposto il proprio punto di vista. Questo documento, che in sintesi contiene l’impegno ad un riordino dei servizi assistenziali, guarda alla domiciliarità come asse strategico per garantire il più a lungo possibile l’autonomia dei nostri anziani, passando anche per la costruzione di un nuovo sistema di abitare (social housing) che possa sopperire alla sempre più debole rete famigliare e in cui domotica e robotica favoriscano l’autosufficienza anche in condizione di estrema fragilità. Un sistema socio assistenziali a tutele crescenti, che accompagni l’anziano nella sua progressiva perdita di autonomia. Altro punti cardine della sanità territoriale sono le case della salute, con all’interno i medici di medicina generale, per evitare il più possibile l’ospedalizzazione. Il dialogo nei distretti di Fidenza, Langhirano e Valli Taro e Ceno è stato proficuo. Riteniamo che anche a Parma i tempi siano maturi per mettere a punto protocolli d’intesa che impegnino la parte politica a dare risposte concrete alle persone che rappresentiamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Servizi socio assistenziali per anziani: i tempi sono maturi per ripensarli radicalmente"

ParmaToday è in caricamento