rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Economia Sorbolo

Sorbolo-Colorno: bottino di delegati della Fiom Cgil nelle aziende della Bassa

Il sindacato elegge per la prima volta due nuovi delegati in Officine meccaniche Leoni, azienda storica del territorio

Nelle ultime settimane si sono svolte le elezioni dei rappresentanti dei lavoratori in diverse aziende nella zona Sorbolo-Colorno.

Grandissimo risultato per la Fiom Cgil provinciale che elegge per la prima volta 2 nuovi delegati in Officine meccaniche Leoni, azienda storica del territorio e 3 delegati in Prisma Spa, azienda del gruppo Nbsl, leader mondiale nella produzione di componenti per ascensori.

Non solo, dopo 4 anni la Fiom torna ad essere il primo sindacato in Ilinox srl, azienda di circa 80 dipendenti del gruppo Tecninox, specializzata nella produzione di carpenterie in acciaio inossidabile per quadri elettrici, eleggendo 2 delegati su 3.

“È un grande risultato - commenta Domenico Barco, segretario organizzativo della Fiom Parma e referente territoriale - frutto di un anno intensissimo di lavoro e di un forte investimento non solo della categoria, ma di tutta la confederazione, che hanno visto rafforzare servizi e nuove sedi in una zona, quella della Bassa, connotata da un tessuto produttivo importante per il comparto metalmeccanico, composto da aziende storiche del territorio, come la ex Caggiati, ora del gruppo americano Matthwes leader mondiale nello studio e realizzazione di elementi commemorativi e decorativi: anche qui, con le nuove elezioni Rsu svolte in questi giorni, abbiamo consolidato la nostra presenza, con circa l’80% dei voti ottenuti, confermando la maggioranza dei delegati”.

Barco aggiunge che la zona “sta diventando sempre più strategica per la Fiom, dove non solo estendiamo e consolidiamo la nostra presenza e rappresentanza, ma dove si fa contrattazione di qualità, basata sul consolidamento importante di salario, cosi come storicamente i metalmeccanici parmensi sono abituati a fare”.

“Se i lavoratori scelgono ancora una volta la Fiom significa che in questi anni siamo stati affidabili e abbiamo svolto nella maniera corretta il nostro ruolo nella tutela e nell’allargamento dei diritti e nella politica salariale, questo ci dà una grande responsabilità e ci inorgoglisce al tempo stesso”.

“Bisogna continuare su questa strada - conclude il segretario - una strada non semplice da percorrere in questo fase storica, fra pandemia, guerra e innalzamento incontrollato dei costi energetici, ma lo dobbiamo a tutte quelle lavoratrici e lavoratori che vedono nella FIOM e nella CGIL un'ancora di salvezza e un punto di riferimento”.

La FIOM di Parma è grata a tutti i lavoratori e le lavoratrici che con il loro voto hanno permesso alla categoria di eleggere tanti nuovi delegati, a cui va un ringraziamento particolare per essersi messi a disposizione della categoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorbolo-Colorno: bottino di delegati della Fiom Cgil nelle aziende della Bassa

ParmaToday è in caricamento