CreArtistika

Dai treni di Philadelphia negli anni Sessanta ai ghetti newyorkesi per finire alle creazioni dei writer che danno nuova luce alle aree in disuso delle metropoli di tutto il mondo e che ormai hanno acquisito tutta la dignità di vere e proprie opere d’arte: domenica 5 giugno – proprio negli stessi giorni in cui al Museo della Storia di Bologna spopola la mostra “Street Art” -  torna in Piazza Ghiaia (Parma) la rassegna CREARTISTIKA con una puntata dedicata proprio al graffitismo.

Ospite d’onore della giornata – promossa da PromoGhiaia e organizzata da Bi&Bi Comunicazione, con il patrocinio del Comune di Parma - sarà infatti KARIM, writer e street artist torinese attivo in tutta Italia, che a partire dalle 10.30 fino al pomeriggio sarà impegnato a dipingere, sotto gli occhi del pubblico, un’opera in spray e acrilico a pennello.

Nato a Torino, classe 1984, KARIM ha partecipato negli ultimi anni a jam session con artisti provenienti da diversi paesi d'Europa: tra questi il primo festival di Torino dedicato alla realizzazione di grandi opere artistiche sulle facciate cieche di edifici, il "Picturin".
Negli ultimi anni il suo lavoro si è concentrato sulla realizzazione di opere per privati su commissione e collaborazione con le realtà sociali e culturali del territorio che vedono nella street art uno strumento di riqualificazione di zone urbane non più vivibili; tra i lavori più significativi ricordiamo i dipinti su tela per il progetto Love Artom Torino, l’intervento sul muro delle piscine Lido di Corso Sicilia, una colonna esterna del Politecnico in occasione di “Torino Capitale Europea dei Giovani”, l’intervento sui bidoni dell'immondizia in collaborazione con Amiat e ass. Tesso, il graffito su saracinesca per Ambharabar e l’intervento per Ambharabis di piazza Vittorio, commissionato da Havana Club.

CreArtistika è però anche una mostra-mercato di artigianato artistico e hand made. Dalle 9 alle 19 in Piazza Ghiaia una selezione variegata di operatori proporrà le proprie creazioni: ci saranno sculture in ferro, legno, ossidi o smalti, ma anche illustrazioni, rielaborazioni fotografiche, disegni e dipinti. Uno ruolo importante lo avràl’oggettistica hand made: cornici di legno, accessori e piccoli soprammobili in carta o feltro, shopper in tela, mollette in legno personalizzate, lavagnette in ardesia, quadretti, tazze, cover per telefono, gioielli in rame, ottone, ecopelli o origami, e persino camei ricavati dalle conchiglie, nonché pupazzi, bambole e accessori realizzati in stoffa americana e country. Spazio quindi all’arredamento - in pieno stile shabby chic - e al remake; tra le bancarelle di artigianato sarà possibile ad esempio trovare gioielli (orecchini, collane, anelli) e oggettistica varia realizzati con plastica riciclata e oggetti d’uso comune, come tappi di bottiglia e coloratissime cialde del caffè in alluminio. Un angolo sarà poi dedicato all’abbigliamento, sempre rigorosamente hand made, con magliette e manufatti in tessuto serigrafato a mano, sartoria di ogni genere e abitini e piccoli accessori per bambini.

Non mancherà nemmeno una merenda sana e sfiziosa grazie alla Frutteria di MamaSté, che proporrà macedonia, centrifughe e frullati a base di frutta e verdura.

Per informazioni: Tel. 0521.313300 - info@ilmercatodeglieventi.it

www.piazzaghiaia.it - www.facebook.com/piazzaghiaiaparma - www.facebook.com/biebieventi

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mercatini, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Altri tre giganti sulla Strada del Melodramma di Busseto

    • 28 febbraio 2021
  • corso guide museo guatelli

    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento