Natura Dèi Teatri, Adelchi di Manzoni a Lenz Teatro

ADELCHI | 60’
da Alessandro Manzoni
première creazione per ND’T#19

Drammaturgia | imagoturgia | scene filmiche | Francesco Pititto
Installazione | elementi plastici | regia || Maria Federica Maestri
Musica | Andrea Azzali
Interpreti || Carlotta Spaggiari | Carlo Destro | Franck Berzieri 
Cura ||Elena Sorbi 
Responsabile progetto riabilitativo | Paolo Pediri
Organizzazione | Ilaria Stocchi
Comunicazione | Violetta Fulchiati
Luci e tecnica || Alice Scartapacchio
Produzione || Lenz Rifrazioni

domenica 7 dicembre | h 21:00
martedì 9 dicembre | h 22:30
mercoledì 10 dicembre | h 21:00
giovedì 11 dicembre | h 22:30
venerdì 12 dicembre | h 22.30

Dopo il macroallestimento dei Promessi Sposi nel 2013, il progetto biennale dedicato all’opera di Alessandro Manzoni prosegue nel 2014 con una nuova creazione ispirata all’Adelchi. Mettendo al centro della propria indagine performativa gli autori fondativi della cultura italiana, Lenz si impone una riflessione profonda sulla potenza poetica e la retorica della lingua. La messinscena della tragedia Adelchi (1822), è il motus per un'attenta riflessione teorica sulla drammatica italiana e sul genere tragico in particolare.

Dell’Adelchi è la figura di Ermengarda ad essere trasdotta in immagini drammaturgiche che delineano corpi femminili di irriducibile bellezza, mai sottoposta al vincolo del convenzionale. Il rimando manzoniano allega al progetto sui Promessi Sposi’ di Lenz una riflessione/rifrazione sulla forza oppositiva della rinuncia al corpo fino al delirio mortale contro la brutalità del cliché.
Ermengarda è amore psicofisico, la ferita dell’abbandono è nel corpo e nello spirito, il dolore trasfigura e cementa l’eroina rendendola muta e dura alle richieste del vivere normale.
Margrete dal Faust di Goethe, Antigone di Hölderlin, Pentesilea di Kleist, Rosaura di Calderón de la Barca, Ofelia di Shakespeare, Lucia e Gertrude di Manzoni, Didone di Ovidio e molte altre figure di donna si sono sovrapposte le une alle altre, nel tempo teatrale, fino a comporne una sola, grande monumentale come un’installazione di Christo – il grande artista statuitense - sotto la quale c’è solo il vuoto, la solitudine e la libertà come pura aria.’
Nell’Adelchi la Storia è contemplata attraverso il dramma interiore dei protagonisti, sublimato in una visione religiosa della vita. Adelchi ed Ermengarda sono spiriti ricchi di contrasti fra ideali e sentimenti (la pace e la gloria per il primo, l'amore ancora vivo del marito per la seconda). Vivono per alti e nobili ideali, comprendono le angosce e sofferenze degli altri e trovano solo nella morte la piena realizzazione della loro complessa e travagliata personalità. Adelchi, prima di morire, dirà che sulla terra "non resta che far torto o patirlo": si tratta del tipico pessimismo giansenistico, a cui si può opporre una concezione provvidenziale del dolore (la sofferenza è un dono di Dio poiché prova che non si è fatto il male).
Ermengarda è la giovane attrice sensibile Carlotta Spaggiari, formatasi nei laboratori teatrali di Lenz rivolti a persone con disturbi dello spettro autistico, e già Monaca di Monza bambina ne I Promessi Sposi. Carlo Destro, già Fra’ Cristoforo ne ‘I Promessi Sposi’, affronta il difficilissimo ruolo del giovane Adelchi, dell’eroe ‘morale’, figura fondamentale nella poetica manzoniana; insieme a lui, Franck Berzieri, interprete di numerose creazioni di Lenz, impegnato nel duplice ruolo del padre Desiderio e di Carlo Magno. Entrambi attori ,con sensibilità psichica, si sono formati nel laboratorio permanente realizzato in collaborazione con Ausl di Parma – Dipartimento Assistenziale integrato di Salute Mentale. 


INFO E PRENOTAZIONI:

La biglietteria apre 30 minuti prima di ogni spettacolo.
La prenotazione telefonica è consigliata.

BIGLIETTI
Adelchi | intero € 14,00 | *ridotto € 10,00

*RIDUZIONI
over 60
studenti universitari
under 30
Possessori “Carta Doc”
dipendenti AUSL (riduzione valida solo per l’ingresso ad Adelchi con prenotazione obbligatoria e fino ad un massimo di 5 ingressi ridotti a replica)

Biglietto ridotto per n. 2 spettacoli nella stessa serata

ABBONAMENTO | 9 spettacoli € 40,00

Lenz Teatro
Via Pasubio, 3/e | 43122 Parma
T. + 39.0521.270141 | F. + 39.0521.272641
natura@lenzrifrazioni.it | www.lenzrifrazioni.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • corso guide museo guatelli

    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento