amo colorno scrive alle istutuzioni

Le proposte dei cittadini Colornesi finiscono sul tavolo delle maggiori istituzioni.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il gruppo civico AMO COLORNO, a seguito dell'incontro odierno dal titolo: "un caffè per discutere con i cittadini", ha sviluppato una serie di proposte atte a prevenire episodi di maltrattamenti ai danni di bambini, anziani e disabili ubicati in strutture pubbliche e/o private. Così scrive in una nota, Nicola Scillitani, coordinatore cittadino di AMO COLORNO: "Il grave episodio avvenuto nella scuola statale di Colorno avvenuto ai danni di bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni, ha mobilitato i Colornesi che con ardore hanno voluto far ascoltare la loro voce. Le possibili soluzioni che sono state scelte, sono state inviate tramite una missiva, al presidente della repubblica, al presidente della regione Emilia-Romagna, al presidente della provincia di Parma, e al sindaco di Colorno. L'obbiettivo è quello di risvegliare le istutuzioni su un argomento di grande importanza. Sempre più spesso la cronaca nazionale ci racconta di episodi di inaudita violenza nei confronti dei più indifesi. Tutto ciò è inaccettabile. Speriamo che le nostre proposte possano essere messe sul tavolo del nuovo governo e che possano essere sviluppate e messe in atto da chi deve tutelare ogni cittadino."

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento