menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Backstage: Cinzia e Libera Ciccomascolo, le sorelle Ladybird house

Ogni settimana pubblicheremo gli shooting del noto fotografo Francesco Bassi corredati da un'intervista. Vuoi partecipare anche tu alle selezioni? Invia una mail a f.bassi@gruppocomunicare.com

Intervista doppia alle fondatrici di Ladybird house, una delle più prestigiose aziende nazionali di nail-care. Questa settimana completiamo lo speciale dedicato all'impresa con la pubblicazione degli scatti di Francesco Bassi alle altre 21 modelle che hanno partecipato alle selezioni per il "Volto Ladybird House" al Cosmoprof 2011.

cinzia-ciccomascoloCINZIA CICCOMASCOLO

NOME Cinzia COGNOME Ciccomascolo
ETA' serve proprio?  PROFESSIONE - imprenditrice
HOBBY -
lettura
MIGLIOR PREGIO –senso del dovere
PEGGIOR DIFETTO – la timidezza
LA PERSONA CHE AMMIRI – mio padre
FILM PREFERITO – la vita è bella di benigni
CANZONE PREFERITA – le tasche piene di sassi (Jovanotti)
IL PIATTO A CUI NON RINUNCI MAI
il mio mitico ragù

 

libera-ciccomascolo-premio-cosmoprof-2011-1 LIBERA CICCOMASCOLO

NOME -Libera COGNOME - Ciccomascolo
ETA' -
46 PROFESSIONE - Imprenditrice
HOBBY -
lettura
MIGLIOR PREGIO -
disponobilità
PEGGIOR DIFETTO -
Lunatica
LA PERSONA CHE AMMIRI
Alessandro Magno
FILM PREFERITO
Il Miglio Verde
CANZONE PREFERITA
Alba Chiara
IL PIATTO A CUI NON RINUNCI MAI -
Bruschetta

 

L'INTERVISTA COMPLETA ALLE SORELLE LADYBIRD HOUSE

Parlaci un po' di te...
C: Molto difficile parlare di se stessi! Sono orgogliosamente pugliese, originaria del Gargano. Mi trovo a Modena fin dai tempi dell’università. Durante il periodo degli studi ho lavorato come maschera a teatro poi, dopo la laurea ed un periodo di praticantato in uno studio di commercialisti, ho creato con mia sorella la Ladybird house.
Mi ritengo una persona determinata, con una mente decisamente razionale e schematica, caratteristiche  molto utili per il lavoro da amministrativa che svolgo. Allo stesso tempo sono abbastanza timida, mi piace parlare poco ed ascoltare molto .
Il mio ruolo in azienda mi vede a volte rigorosa e diretta, ma è un ruolo lavorativo, personalmente sono una donna leale e di principio molto legata agli affetti.

L: Il mio nome è Libera e mi rispecchia perfettamente nei miei pensieri e nelle mie azioni.
Sono una persona molto socievole che ama la compagnia e la condivisione e per questo amo organizzare cene e partecipare a feste.
Mi piace moltissimo il mio lavoro, l’ho iniziato per caso ed è presto diventato  la mia scelta di vita, la mia passione.
Credo fermamente nella correttezza e cerco sempre di applicarla alla mia vita sia sul piano lavorativo che nei rapporti personali. Dico quasi sempre quello che penso e a volte questa mia schiettezza vien mal interpretata, ma resta una componente di me di cui non potrei mai fare a meno.

Quando ti sei accorta di voler fare l'imprenditrice?
C: ho sempre pensato di voler fare un lavoro in proprio, non mi sono mai vista come dipendente di qualcuno, la nostra è stata una famiglia di commercianti, sia i nostri genitori che i nostri
zii avevano loro attività. Nostro padre ci ha sempre spinto alla libera professione perché si poteva autogestire e se questo è il risvolto positivo, dall’altro c’è che si lavora ben oltre le normali 8 ore.Inizialmente pensavo alla libera professione da commercialista, poi mi sono imbattuta in un master per l’ imprenditoria femminile dove ho capito che mi interessava altro oltre i numeri ed all’improvviso mi son fatta trascinare nel mondo delle unghie da mia sorella… è stato come se nostro padre ci lanciasse una scommessa: “Vediamo cosa sapete fare da sole!” E così abbiamo iniziato, senza nessun aiuto economico da parte della nostra famiglia, la nostra prima sede nel 1992 era in un garage e i nostri ruoli passavano dalla receptionist alla magazziniera.

L: non era nei miei pensieri per il futuro, mi sono accorta di esserlo diventata nel 1992 quando abbiamo fondato la Ladybird house.

Come nasce la passione per il "nail care"?
C: inizialmente non è stata proprio passione per le unghie artificiali, è stata più un’ opportunità da cogliere in quanto in quel momento c’erano pochissime aziende in questo settore in Italia. Le unghie che si vedevano in giro erano oltretutto poco affascinanti, ma  Libera era certa fosse possibile ottenere unghie belle e soprattutto naturali, bastava avere i prodotti giusti e la giusta formazione. La passione è venuta man mano che ci rendevamo conto che in realtà potevamo trasformare l’aspetto delle mani delle donne rendendole eleganti, curate, ammalianti.  La passione è venuta quando ho visto per la prima volta le mie mani stupende.

L: per caso, ricordo la prima volta che ne ho sentito parlare: ero al pub con un amico che di mestiere faceva il fattorino, con una birra in mano ci raccontava di aver fatto una consegna a casa di una signora con delle incredibili lunghe e colorate unghie… da lì a poco finii a lavorare  come impiegata amministrativa in un’azienda di unghie e scoprii un incredibile mondo, è stato amore a prima vista!

Cosa facevi prima di dedicarti a Ladybird house?
C: oltre a lavorare come maschera a teatro durante i miei studi universitari, ho fatto un periodo di praticantato in uno studio commercialisti, ma ho presto intrapreso la mia attività aprendo Ladybird house nel 1992.

L: Per mantenermi agli studi ho fatto lavoretti di ogni tipo: dalla venditrice di mobili alla cameriera fino all’assicuratrice.

Com'è il tuo rapporto con tua sorella?
C: buono. Sul lavoro ci compensiamo perfettamente: lei è esuberante, creativa e temeraria; io cauta, razionale e più riservata. Ogni azione che intraprendiamo è il risultato  di un confronto e dell’equilibrio delle nostre personalità. Nel privato io faccio ancora la sorella maggiore.

L: intoccabile e personale

Cosa ti piace del suo carattere e cosa non le invidi affatto?
C: mi piace la sua esuberanza e la grande disponibilità . Non mi piace la sua eccessiva esuberanza e la sua eccessiva disponibilità.

L: Cinzia è una persona di grande  bontà ed integrità, mi piacciono queste sue doti, mentre non invidio la sua indole suscettibile

Come coniughi il lavoro, la famiglia e il tempo per te stessa?
C: è facile per me coniugare lavoro e famiglia, il mio compagno di vita è infatti anche compagno nel lavoro. Alberto
, oltre ad essere il terzo socio aggiunto in corso d’opera, si occupa della logistica in ladybird house, con lui condivido la  mia quotidianità, purtroppo lasciamo fin  troppo poco tempo per noi stessi separatamente dall’azienda.

L: come tutte le donne che lavorano: correndo da mattina a sera tra casa, ufficio, scuola di mia figlia… cerco di soddisfare al meglio le esigenze di tutti, a volte ci riesco ed altre volte no

Qual è stata la tua più grande soddisfazione professionale?
C: Ladybird house , lo è stata e lo è tutt’ora, è una soddisfazione che si rinnova ogni giorno con l’apprezzamento da parte dei clienti e da parte dei nostri collaboratori.

L: la mia più grande soddisfazione è quella che ricevo quotidianamente da parte delle  nostre clienti per la disponibilità, professionalità e serietà con cui l’azienda opera. Sono inoltre estremamente fiera delle”mie ragazze”, un team affiatato che condivide gioie e “dolori” con me da anni.

E quella personale?
C: è una soddisfazione molto legata al lavoro, sono fiera di aver creato e continuare a creare posti di lavoro  per donne, madri, italiani e stranieri  senza discriminazioni ne pregiudizi. Sono inoltre molto soddisfatta di essere arrivata al livello in cui siamo solo per merito nostro, senza l’aiuto di nessuno.

Andresti a vivere a...
C: Al mare, le radici non si perdono mai!

L: su un isola deserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento