All'Auditorium Paganini c'è Beppe Severgnini

  • Dove
    Auditorium Paganini
    Via Toscana, 5
  • Quando
    Dal 18/01/2016 al 18/01/2016
    21:00
  • Prezzo
    Biglietti disponibili sono in vendita presso: ARCI Parma Via Testi, n. 4 – Parma Music Mille Piazza Arturo Balestrieri, 5/A - Parma Dj 70 Via Gramsci n. 24 – Fidenza (PR) E tramite il circuito on-line www.ticketone.it
  • Altre Informazioni
    Sito web
    teatroregioparma.it

BEPPE SEVERGNINI arriva a Parma, grazie a ARCI PARMA e CAOS Organizzazione Spettacoli, l’appuntamento è per Lunedì 18 Gennaio alle ore 21,00 presso l’Auditorium Niccolò Paganini.

Beppe Severgnini è editorialista del “Corriere della Sera” e opinion writer per “The New York Times”. E’ stato corrispondente in Italia per The Economist (1996-2003) e ha scritto per i settimanali Time e Newsweek, The Sunday Times e Financial Times.

E’ autore di 15 libri, tra cui “Un italiano in America” e “La testa degli italiani”, tradotto in quattordici lingue (con il titolo “La Bella Figura: A Field Guide to the Italian Mind” è diventato un New York Times bestseller). Dal suo libro più recente, “La vita è un viaggio” (2014), ha tratto uno spettacolo teatrale (da lui stesso interpretato). Esordisce come autore teatrale e attore con “La vita è un viaggio”. È la prima volta che un giornalista italiano in attività porta sul palcoscenico un personaggio.

A Parma porterà in scena con “La vita è un viaggio”: con Marta Isabella Rizi e la cantante musicista Elisabetta Spada - musiche originali di Kiss & Drive. Regia di Francesco Brandi - liberamente tratto dai libri La vita è un viaggio e Italiani di domani

Per partire non servono troppe parole: ne bastano venti, come i chilogrammi consentiti per il bagaglio in aereo (classe economica).

Due viaggiatori, un uomo maturo e una giovane donna, si incontrano in un non-luogo: un piccolo aeroporto, dove restano bloccati la notte, in seguito alla cancellazione di un volo. Non si conoscono. All’inizio si studiano, forse diffidano uno dell’altro. Lui teme di essere paternalista; lei, ingenua. Lui spiega, lei ascolta. Lei chiede, lui risponde. Poi l’intimità forzata cambia i rapporti: i due scoprono di aver molto viaggiato, discutono di arrivi, partenze e bagagli. Poi ragionano di talento e tenacia, tempismo e tenerezza. Scoprono che aver paura – nella vita, nel lavoro – è inevitabile: e forse è giusto. Parlano di brevità e precisione, qualità indispensabili in questi tempi affollati. Dell’importanza di trovare guide e punti di riferimento. Della saggezza di trovare soddisfazione nelle cose semplici. Parlano di atteggiamenti, comportamenti, insidie da evitare e consolazioni a portata di mano. Di ciò che ci si porta dietro e di quello che si potrebbe abbandonare. Di quello che si abbandona e invece ci si dovrebbe portare dietro. Il tempo scorre, la notte passa. Finché arriva l’alba, l’aeroporto riapre. È il momento di partire: ognuno per la propria destinazione, forse diversa da quella che aveva immaginato. Una notte cambia molte cose, a tutte le età.

C’è una terza persona sul palcoscenico, un’altra viaggiatrice bloccata in aeroporto: Elisabetta Spada, in arte Kiss & Drive. La giovane donna, attenta e silenziosa, riempirà l’attesa con la sua chitarra e le sue canzoni. Una punteggiatura musicale al sorprendente racconto che si svolge davanti ai suoi occhi, e a quelli del pubblico.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento