Campagna social contro l’abbandono degli animali:per dire no ad un gesto atroce e incivile

CAMPAGNA SOCIAL CONTRO L'ABBANDONO DEGLI ANIMALI:

PER DIRE NO AD UN GESTO ATROCE E INCIVILE

Migliaia di cittadini e i loro amici a 4 zampe

protagonisti della campagna Fai un grande abbanDONO

Straordinario riscontro sul web

Si stima che ogni anno in Italia siano abbandonati in media 130 mila animali tra cani e gatti e il massimo picco di abbandoni di animali si registra in estate: circa 60.000 nei mesi di giugno, luglio e agosto, 20.000 al mese. Il loro destino purtroppo è tragico: l'80 per cento, in base alle statistiche, muore. Chi sopravvive e non viene soccorso diventa un randagio.

Tantissimi vengono uccisi in incidenti stradali, pericolosi anche per l'uomo: si calcola che gli incidenti provocati da animali abbandonati siano almeno 4.000 all'anno.

Coloro che abbandonano il proprio animale per strada, dopo averci giocato, averlo accarezzato e coccolato, pensa alle conseguenze del suo gesto?

E non parliamo solo del fatto che l'abbandono è un reato, punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Ci riferiamo a ciò che accade dopo quell'istante in cui l'animale viene lasciato solo: si ritrova all'improvviso in un luogo sconosciuto e senza più il riferimento della famiglia di cui faceva parte. Spaventato, diventa molto facilmente vittima di incidenti, rischia di morire di stenti o a causa di maltrattamenti, oppure è costretto a trascorrere tutta la vita nei canili gestiti da associazioni di volontariato o, peggio, in terribili canili-lager.

La Dichiarazione universale dei diritti dell'animale sancisce all'art. 6[8] che «L'abbandono di un animale è un atto crudele e degradante». Ecco allora che ogni anno si moltiplicano i messaggi di sensibilizzazione, gli spot, i video, le campagne per contribuire alla diminuzione di questo triste fenomeno.

Anche Parma fa la sua parte grazie alla campagna Fai un grande abbanDONO, promossa dal Centro Commerciale Eurosia.

È stato chiesto a tutti i cittadini di inviare una o più foto significative, simpatiche, divertenti o tenere del proprio compagno a quattro zampe, per sostenere insieme questo messaggio di civiltà attraverso i social network. La risposta è stata enorme, con migliaia di persone raggiunte dall'appello su facebook; tantissime le foto di amici a 4 zampe inviate, che sono state utilizzate per realizzare il video spot pubblicato sulla pagina facebook del Centro https://www.facebook.com/centrocommerciale.eurosia

Mi piace e condivisioni, arrivate a migliaia, confermano che la nostra comunità è unita a favore della civiltà e del rispetto, contro la barbarie dell'abbandono.

Sono migliaia i cittadini che stanno sostenendo il nostro impegno - dice il Direttore di Eurosia Fabrizio Paccini - e questo è motivo di grande soddisfazione per il nostro centro. Solo insieme possiamo fare qualcosa di concreto a favore di questa campagna di civiltà e per questo desidero ringraziare di cuore tutti coloro che hanno partecipato, mandando le foto o anche condividendo il messaggio.

Ricordiamo che chi assiste a un caso di abbandono o avvista un animale vagante, ha il dovere di contattare le forze dell'ordine (Carabinieri/Polizia di Stato/Corpo Forestale/Polizie locali).

Perché l'abbandono è un reato, oltre ad essere una barbarie inaccettabile

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • La musica che fa la storia: inizia la stagione al Campus Industry

    • dal 27 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Campus Industry Music
  • 'Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977': al via la mostra alla Magnani Rocca

    • dal 7 settembre al 8 dicembre 2019
    • Fondazione Magnani Rocca
  • " da lennon a battisti .... & gli altri "

    • Gratis
    • 7 dicembre 2019
    • TEATRO CRYSTAL
  • Nek al Regio: verso il tutto esaurito

    • 11 dicembre 2019
    • Teatro Regio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento