rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Eventi

Capodanno: sold out il concerto al Teatro Regio di Parma

Si terrà il 1° gennaio 2023, alle ore 18, e vedrà insieme cinque solisti di fama internazionale uniti nel segno di Giuseppe Verdi

Tutto esaurito per il tradizionale e atteso appuntamento con i Filarmonici di Busseto, guest star Gianluca Littera all’harmonica. Organizzato dalla Società dei Concerti di Parma, si svolgerà l’1 gennaio 2023 alle ore 18. Musiche di Strauss, Verdi, Rota, Morricone, Gershwin, Ravel e Piazzolla.  Ha già registrato il tutto esaurito il Concerto di Capodanno di Parma: il tradizionale e attesissimo appuntamento per festeggiare l’anno nuovo con la grande musica in compagnia dei Filarmonici di Busseto e con la partecipazione straordinaria di Gianluca Littera all’harmonica, sul prestigioso palcoscenico del Teatro Regio di Parma.

Realizzato dalla Società dei Concerti di Parma con il sostegno del Comune di Parma, il Concerto di Capodanno si terrà il 1° gennaio 2023, alle ore 18, e vedrà insieme cinque solisti di fama internazionale uniti nel segno di Giuseppe Verdi: i Filarmonici di Busseto prendono infatti il nome dalla storica formazione di cui lo stesso Verdi fu compositore e direttore. Sono: Corrado Giuffredi, clarinetto, Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica, Giampaolo Bandini, chitarra, Roger Catino, percussioni, Antonio Mercurio, contrabbasso. Guest star: Gianluca Littera, virtuoso di harmonica, artista poliedrico che spazia dalla classica al jazz, apprezzato anche da Ennio Morricone che gli ha dedicato alcuni brani. \n Emozionante e pirotecnico il programma musicale che comprende musiche di Johann Strauss, Giuseppe Verdi, Nino Rota, Ennio Morricone, George Gershwin, Maurice Ravel e Astor Piazzolla. I Filarmonici di Busseto, ensemble cameristico formato da alcuni tra i migliori musicisti sulla scena internazionale, prende il nome dalla storica formazione di Busseto (paese natale di Giuseppe Verdi) di cui proprio lo stesso Verdi fu compositore e direttore negli anni dal 1836 al 1839. Ricostituito in età moderna da Corrado Giuffredi, il gruppo da più di venti anni, è invitato a tenere il prestigioso “Concerto di Capodanno” della città di Parma.

Sia come Filarmonici che come solisti hanno suonato nelle più importanti sale da concerto del mondo (Filarmonica di San Pietroburgo, Teatro alla Scala di Milano, Carnegie Hall di New York, International Center for Performing Arts di Pechino, Arts Center di Seoul, Ircam di Parigi, Musikhalle di Amburgo, Sala Tchaikovsky di Mosca, Teatro Cervantes di Buenos Aires, Parco della Musica di Roma, ecc) in oltre 50 paesi, riscuotendo sempre unanime successo di critica e pubblico. Collaborano in qualità di prime parti con le più rinomate orchestre italiane ed europee, quali Filarmonica e Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, Orchestra della Radio Svizzera Italiana, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Vantano inoltre collaborazioni cameristiche con i maggiori musicisti sulla scena internazionale, da Martha Argerich a Salvatore Accardo, da Alexander Lonquich a Giora Feidman, da Avi Avital a Eddie Daniels solo per citarne alcuni. Gianluca Littera, dopo aver conseguito con il massimo dei voti e la menzione d’onore il diploma di Viola, nel 1985, scopre l’harmonica cromatica e vi si dedica totalmente, sino a diventare oggi uno tra i pochissimi solisti al mondo a proporsi con questo strumento sia in ambito classico sia in ambito jazz. Littera è ospite regolare di importanti manifestazioni internazionali e istituzioni musicali e per lui hanno scritto numerosi compositori, tra cui il Maestro Ennio Morricone, di cui nel 2010 ha eseguito, sempre con l’Orchestra dell’Accademia, la prima mondiale della composizione “Immobile n.2” sotto la direzione dello stesso compositore. Collabora con l’Orchestra Kremerata Baltica del violinista Gidon Kremer, con il quale si è esibito in Europa e nel Festival di Lockhenaus in Austria (2011).

In ambito jazzistico, annovera collaborazioni con artisti internazionali quali Ute Lemper ed Ivan Lins. Con la sua recente formazione jazzistica “Double Breath” ha già realizzato tour europei ed internazionali, ospite del Festival Jazz di Shanghai in Cina, Festival Erl (Austria), ed esibendosi a Edimburgo e Belfast. Dal 2021 è docente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma ove si è aperto, primo ed unico in Italia, il Triennio Accademico di Harmonica Cromatica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno: sold out il concerto al Teatro Regio di Parma

ParmaToday è in caricamento