Che Banda al Fuori Orario: tanti balli senza sosta

La bandabardò al Fuori Orario - foto di Decimo Fabiano

Il Fuori Orario, palcoscenico dei più grandi eventi in musica del Reggiano, si presta a fare scuola… come in ogni prima lezione si parte con l’alfabeto. E qual è il miglior modo di insegnarlo?! Quello di metterlo in musica ovviamente: A come Ao’, B come Bambine Cattive, C come Ça plane pour moi… La Bandabardò ripropone in questo tour i suoi brani secondo una “scaletta alfabetica”, di cui fa eccezione la sola Ho la testa per la lettera O, “forzatura” voluta per rimarcare i tanti errori grammaticali che si commettono al tempo dei social. Così via via scorrendo tutto l’alfabeto, tra le canzoni che hanno segnato la ventennale carriera del gruppo, si arriva all’ultima lettera con una cover di Zobie la Mouche dei Les Négresses Vertes. La partecipazione è stata, quanto mai, delle più variegate, comprendendo diverse fasce d’età, inclusi bambini. Tutti entusiasti, già carichi dell’energia propria del locale, non perdono una nota sola a fermarsi: si balla e si canta per tutto il tempo. Ma è nel bis che la Banda, per concludere la lezione, regala ai fans, buoni allievi per una sera, i suoi pezzi più forti: Mojito, Manifesto e Beppeanna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Donna accoltellata sul Frecciarossa da un addetto alle pulizie: 44enne di Parma ferito mentre cerca di fermare l'aggressore

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento