menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cristiana Pegoraro, la musica come terapia dell’anima

La pianista si è esibita nella splendida cornice delle Terme Berzieri a Salsomaggiore. Il pubblico ha assistito ad un’esecuzione che emoziona, rilassa ed esalta al contempo, un Beethoven che ri-vive rinnovato con tutta la sua carica sentimentale

Il concerto della pianista e compositrice Cristiana Pegoraro nella straordinaria cornice delle Terme Berzieri di Salsomaggiore: è stata davvero un’esperienza unica. La pianista persegue con grande passione un approccio pedagogico all’ascolto della musica informando e preparando il pubblico con nozioni, informazioni e aneddoti indispensabili per avvicinare all’ascolto della sua esecuzione: in questo caso a Ludwig van Beethoven e alle sue 32 sonate.

Nell’appuntamento di ottobre, la Pegoraro espone ai presenti un tasto del pianoforte con il suo meccanismo interno, attraverso questo modello ci fa apprendere come si riproduce il suono e con l’occasione fa un excursus sulla nascita e sulla evoluzione di questo strumento che lei ama. L’entusiasmo e la passione della pianista emana gioiosamente dal suo raccontare ed il linguaggio della musica si incontra con quello della parola in un connubio perfettamente armonico.

Quando esci dal concerto provi un senso di leggerezza e di nutrimento spirituale perché quella musica che hai ascoltato l’hai ormai fatta tua, è la scrittura autobiografica di Beethoven che lei ha saputo decodificare per trasmetterla al pubblico. Lei stessa racconta come si sia evoluta la produzione del musicista tedesco e di come tale produzione abbia risentito della trasformazione interiore del suo autore. È un lavoro originale, mai assistito a nulla di simile, e che la Pegoraro svolge fino in fondo senza risparmiarsi anche durante l’esecuzione. Un’esecuzione che emoziona, rilassa ed esalta al contempo, un Beethoven che ri-vive rinnovato con tutta la sua carica sentimentale.

Cristiana stessa scrive nell’opuscolo che pubblicizza i suoi concerti: "Sarà un viaggio musicale attraverso il quale scopriremo come l’arte di Beethoven si addentri profondamente nel cuore delle passioni, degli entusiasmi, degli ideali del suo tempo” Quell’arte che si addentra perfettamente anche nel nostro tempo. L’amore per la musica ha condotto la pianista fino ai palcoscenici regalando momenti indimenticabili. Il famoso filosofo del ‘600 Renato Cartesio nella sua opera Compendio di musica attribuisce un’importanza “terapeutica” del tutto moderna alla musica, riconoscendole come fine ultimo quello di dilettare l’udito e muovere emozioni: “La nostra Musica è stata creata per eccitare i moti dell’anima”. Cristiana Pegoraro è l’incarnazione di questo spirito filosofico e musicale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento