Davide Van De Sfroos incanta i parmigiani al parco ex Eridania

Lo show ha la medesima energia che contraddistingue da sempre gli spettacoli del cantautore comasco e la serata si rivela molto sentita, nonostante la partecipazione all’evento di circa 150 spettatori

Davide Van De Sfroos

Sono ormai passate le 22 quando si abbassano le luci sul parco Ex Eridania, il pubblico si schioda dal prato e fa capolino dalle quinte Davide Van De Sfroos. La serata è sufficientemente fresca, il biglietto un po’ caro, ma la cornice rivela ottimi presupposti per una serata all’insegna di quel folk autoctono che vede Davide Van De Sfroos come sempre il capo cordata.

Lo show apre con la medesima energia che contraddistingue da sempre gli spettacoli del cantautore comasco e a differenza del tour teatrale, regge per circa due terzi della serata che si rivela tutto sommato ruspante e molto sentita, nonostante la scarsa partecipazione all’evento (circa 150 spettatori): risultato scontato se eventi del genere vengono organizzati in un giorno feriale e cominciano a sera tarda.

Il break viene riempito a forza da protagonisti un po’ improvvisati e new entry per il tour estivo. Poco riuscito lo spettacolo “a mo' di bans” che vede Roberta (polistrumentista della band) alle prese con un mix tra ballo e interpretazione gestuale dei versi.

Ma per tutti il resto se ne ricava un ottimo concerto eseguito con precisione e mai con leziosità.
“La Balera” prosegue per più di due ore ininterrottamente, tra pezzi storici ed estratti dall’ultimo lavoro, Yanez.
Durante tutto ciò il rude Davide Van De Sfroos non lascia mai trasparire né quel senso di autocelebrazione dato dalla partecipazione alla kermesse sanremese, né il minimo senso d’affaticamento per l’enorme quantitativo di date sostenute nell'ultimo periodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando il concerto volge al termine si rimane un po’ a bocca asciutta, come sempre, con quella sensazione di volerne ancora di più, forse perché non c’è mix migliore che un parco, una birra e la musica di Davide Van De Sfroos.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento