Bagno di folla per le Mosche di Velluto Grigio e Davide Van De Sfroos

Il gruppo anti folk di ispirazione irlandese si è esibito a Campovolo insieme al cantuautore comasco esploso a Sanremo. Il prossimo concerto delle Mosche è il 3 settembre alla Festa Democratica di Ravadese

Le Mosche di Velluto Grigio in concerto

E’ stato un vero e proprio bagno di folla quello che ha accolto ieri, presso l’arena spettacoli di Festa Reggio, il concerto di Davide Van De Sfroos e delle Mosche di Velluto Grigio.

Già al termine del sound check, ridotto a pochi minuti per ciascuna band visto il caldo torrido della giornata, si intuiva che stava per cominciare uno spettacolo che avrebbe avuto qualcosa in più rispetto al solito, anche grazie al feeling che si è instaurato tra le due formazioni, nonostante fossero al loro primo incontro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 21,15 si apre la performance delle Mosche Di Velluto Grigio, che infiammano il pubblico con quasi un'ora di fuoco, che fa sobbalzare i presenti dalle sedie per il coinvolgimento del sound di ispirazione irlandese. Quelli che si aspettavano la classica band "spalla" che esegue il compitino senza uscire dalle righe si è dovuto subito ricredere. Le Mosche hanno trascinato tutti sotto il palco, coinvolgendo e divertendo la folla.

Appena il tempo di prendere una birra e parte il groove di boodran e batteria che apre il palco a Roberta e poi a tutti gli altri fino a Davide Van De Sfroos.
Lo Sciamano” ed a ruota libera estratti da Yanez e pezzi storici della discografia del cantautore riempiono l’arena, mentre una marea di anime roventi, estasiate dallo spettacolo, si scatena sotto il palco.

Tutto procede per un paio d’ore sino a quando Davide sparisce dietro le quinte, mentre il pubblico già acclama il bis. Il palco si riaccende e tutto riparte con l’immancabile “Curiera”. Due sono i bis concessi e, dopo il primo - che fa letteralmente esplodere il pubblico - arriviamo all’ultimo pezzo: "La Balera".
A pochi minuti dalla mezzanotte, la voce di Davide introduce il pezzo e salgono sul palco anche le Mosche Di Velluto Grigio che vanno ad affiancare i rispettivi “avatar”.

Un'energia incredibile si sprigiona tra gli artisti e tra la folla. La nota che chiude il brano dura circa un paio di minuti tra applausi, inchini e chitarre in aria, poi uno stacco di batteria fa spiccare un salto alla dozzina di musicisti presenti sul palco e sull'ultimo colpo di bacchette si spengono le luci della giostra con “Ghost Rider”.

Le Mosche di Velluto Grigio, salutano il pubblico invitando tutti il prossimo 3 Settembre alla Festa Democratica di Ravadese e con Van De Sfroos e la sua ciurma lasciano il palco.
*FOTO: Pietro "Pier" Bondi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento