Concerti

GF12: Vito Mancini sfiora la rissa con Luca e va in nomination

Tensione alle stelle in casa dove il concorrente parmigiano arriva quasi alle mani con Luca di Tolla dopo una discussione. Ancora a rischio eliminazione, questa volta con Armando, Amedeo, Caterina e Franco

Vito Mancini

Un'altra puntata del Grande Fratello è passata e per Vito è stata una serata abbastanza movimentata sopratutto nel momento delle nomination. Tutti si aspettavano che Alessia facesse una sorta di interrogatorio a Vito sulla sua presunta relazione con Giuliano Sangiorgi e addirittura si vociferava che sarebbe entrata in studio una persona con le prove dell'omossessualità del concorrente ma alla fine non si è visto e sentito nulla, per ora.
Dopo quasi due ore dove il concorrente parmigiano non è pervenuto al pubblico e agli autori, la scossa che ha accesso il nulla è stato, prima il rischio di finire in nomination, poi la discussione con Luca di Tolla. Non è passata di certo inosservata, e sicuramente avrà delle ripercussioni su di lui, la frase che Vito ha rivolto ad Alessia Marcuzzi quando era in confessionale: " preferisco non far critiche Alessia", riferito al fatto che gli autori lo mandano sempre in nomination solo perchè non fa i teatrini al lunedì sera. Effettivamente Vito risulta molto penalizzato perchè è fuori da qualsiasi gioco all'interno della casa come triangoli amorosi, liti furiose ecc, architettati dagli autori. Ma l'episodio più rilevante che ha visto protagonista Vito è stata la quasi rissa con Luca di Tolla: durante la pubblicità c'è stato un accesso scontro verbale tra i due dopo che Vito ha preso le difese di Floriana. Al ritorno in studio Alessia si è subito collegata con i ragazzi per calmare la situazione e far ragionare i due ragazzi con Ilenia che tentava di tranquillizzare Vito.

L'incubo nomination non abbandona il "parmigiano" e per la terza volta va al televoto con Armando, Amedeo Caterina e Franco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

GF12: Vito Mancini sfiora la rissa con Luca e va in nomination

ParmaToday è in caricamento