Marca 2015: Terre Ducali consolida la vocazione di partner strategico per le insegne GDO

  • Dove
    Fiere di Bologna
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 14/01/2015 al 15/01/2015
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    terreducali.it

Il 2014 è stato un anno positivo per Terre Ducali: l’azienda, che opera nella Food Valley, zona tipica di produzione del Prosciutto di Parma e che oggi è una delle realtà più dinamiche nel panorama italiano del settore dei salumi, ha fatto registrare un incremento di fatturato del 20% circa. Sono fondamentalmente tre le direttrici di sviluppo: Terre Ducali ha consolidato la leadership di mercato per quanto riguarda lo Strolghino di Culatello e ha puntato con decisione sui mercati esteri. Inoltre ha sviluppato importanti relazioni di business con le più importanti insegne della GDO. Per questa ragione, Terre Ducali partecipa a Marca, la due giorni (14 e 15 gennaio) di Bologna Fiere dedicata al ruolo della marca del distributore. 

A spiegare perché Terre Ducali collabori con la GDO è il CEO Giulio Gherri: «Da un lato si tratta di una necessità: secondo il rapporto 2014 di IRI, il segmento di offerta MDD rappresenta oggi in Italia una quota di mercato del 18,9%, per un valore di vendita pari a 9,7 miliardi di euro. Dall’altro, la nostra è una scelta che ha motivazioni forti: in questo momento oltre che sulla convenienza, le insegne della GDO, per le proprie marche private hanno deciso di investire sulla qualità, per una questione di brand protection. E sono sensibili all’innovazione. Attenzione alla qualità e dinamicità sono due caratteristiche insite nel DNA di Terre Ducali: per questo ci siamo proposti con successo come partner delle insegne della GDO, in modo particolare italiane, in progetti di alta gamma».

La fornitura riguarda principalmente tre tipologie di prodotti. I primi due rappresentano il core business aziendale: si tratta dello Strolghino di Culatello, un piccolo salame ottenuto con le rifilature magre del culatello di suini pesanti italiani, e del Salame Felino IGP, un prodotto di antiche tradizioni che deriva il suo nome dalla cittadina dei colli parmensi in cui viene prodotto. In questo caso, il plus che Terre Ducali offre alle insegne della GDO è rappresentato dalla tipicità, con la catena del valore che essa sottintende: si pensi alla qualità delle materie prime e dei mezzi di produzione, alle tecniche di lavorazione adottate, quasi artigianali, ai servizi forniti.

A completare la fornitura di Terre Ducali ai distributori GDO in ottica MDD sono gli affettati in vaschetta. In questo caso i benefici garantiti dall’azienda di Parma sono molteplici, a cominciare dall’ampiezza di gamma: si spazia dal Prosciutto di Parma al prosciutto cotto, dalla Coppa di Parma IGP al guanciale, passando per il fioco di prosciutto e per la pancetta al pepe nero. 

A livello di grammatura, Terre Ducali è in grado di soddisfare richieste sia per linee monoporzione, ideali per single e per pasti fuori casa, da 60 gr, sia per linee snacking, fino a 200 gr. Grande è l’attenzione dedicata al packaging: le nuove confezioni in vaschetta, oltre a essere comode e pratiche, assicurano la freschezza del salume come appena affettato. A rendere unica la linea di affettati Terre Ducali per la MDD è anche il fatto che le singole fette di salume siano posate nella confezione a mano: un servizio degno delle migliori salumerie e gastronomie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • corso guide museo guatelli

    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento