Da itaca a buenos aires ai diari di bordo

Sabato 25 Luglio alle ore 18:00 alla Libreria Diari di Bordo : Lettura ad Alta Voce di Nino Amoroso tratta da Verso Itaca, una sua raccolta poetica e dai capolavori di quel genio che è stato lo scrittore argentino Roberto Arlt.
Con questo evento si conclude la fortunatissima stagione degli Eventi ai Diari di Bordo, prima della pausa estiva, ed esattamente da dove si era iniziato a ottobre con il CruciverbArlt. Un tornare scaramanticamente da dove si era partiti con un vero e proprio racconto di viaggio dove il realismo e gli incubi di Arlt si confondono con l'immaginazione e le fantasie del poeta lettore e traghettatore.
Itaca, luogo immaginario e mitico, terra dell'anima,e porto sicuro cui fare ritorno e da cui ripartire verso nuovi approdi.
Buenos Aires,con le sue strade, i suoi personaggi,i suoi ambienti, le sue visioni e le sue suggestioni, uno dei tanti possibili punti di arrivo e ormeggio sulla terra ferma.

Le Letture di Roberto Arlt saranno tratte da Scrittore fallito ( SUR, pp. 233, euro 15) Acqueforti di Buenos Aires (Del Vecchio, pp. 303, euro 15, trad. M. Magliani e A. Prunetti) "I sette pazzi"(SUR ,2013 con traduzione di Pellissari) e "I lanciafiamme" (Sur. Roma. 2015. Pag.234).
La lettura sarà preceduta da una piccola introduzione sulla figura di Roberto Arlt a cura dello scrittore e psicoterapeuta Andrea Cabassi e accompagnata da musiche composte dallo stesso Nino Amoroso per chitarra.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • corso guide museo guatelli

    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento