Daquialà presenta il progetto Ambiental-mente

L'associazione DAQUIALA' propone un progetto di Educazione allo sviluppo sostenibile per i bambini e ragazzi del quartiere Montanara

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

 progetto ambiental-menteL’associazione Daquialà nasce nel 2000 a Parma, ma affonda le sue radici nel Gruppo Missionario Stimmate, nato nel 1984 sull’onda di un progetto in Costa D’Avorio presso la missione dei Padri Stimmatini. All’inizio il gruppo ha dedicato gran parte del tempo alla raccolta fondi per le richieste che di volta in volta arrivavano dai missionari; diventato poi associazione, ha gradualmente raggiunto più autonomia e un maggiore coinvolgimento nei progetti sostenuti.

Ad oggi Daquialà, pur rimanendo legata alle opere dei Padri Stimmatini, non limita esclusivamente ad essi il proprio intervento e sostengo. Nel corso degli anni abbiamo lavorato in diversi paesi del Sud del mondo tra cui la Costa d’Avorio, il Sud Africa, la Tanzania, il Congo, il Sarawi, il Brasile, il Perù, la Georgia e il Kosovo, nel campo della sanità, dell’educazione e dei diritti umani. Abbiamo collaborato con missionari e missionarie (Stimmatini, Saveriani, Piccole Figlie, Poverelle), ma anche con laici e altre ONG Italiane e straniere. Attualmente i progetti sostenuti sono in Costa d’Avorio, Brasile, Perù e Georgia.

Associazione riconosciuta a livello provinciale, Daquialà è inoltre apprezzata anche per il suo impegno locale: in passato sono stati organizzati eventi di sensibilizzazione e approfondimento sulle tematiche del divario nord/sud e del commercio equo e solidale, oltre a eventi di raccolta fondi come spettacoli teatrali o musicali e mostre fotografiche. Daquialà aderisce inoltre al tavolo della Cooperazione Internazionale della Provincia di Parma e di Forum Solidarietà, partecipa attivamente all’associazione Cibo per tutti, che si occupa di divulgare il tema della sovranità alimentare. Nel Giugno del 2006 l’Associazione ha ricevuto il Premio San Giovanni, premio importante che ogni anno la Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, in collaborazione con Provincia, Diocesi e Comune, assegna alle associazioni che si sono distinte per il prezioso servizio svolto nell’ambito del Volontariato parmense e della solidarietà internazionale.

IL PROGETTO AMBIENTAL-MENTE: contenuti e finalità

Ambiental-mente è il risultato di un percorso intrapreso dall’Associazione sul tema del rispetto e dell’attenzione per l’ambiente, unito alla consapevolezza che cooperazione internazionale significa in primo luogo agire nel locale. Il progetto comincerà dunque ad agosto 2011 con il primo Grest Ambiental-mente dalla culla alla culla e proseguirà con l'anno scolastico 2001-2012 nelle scuole del quartiere Montanara.

Il Grest coinvolgerà 50 bambini dai 6 ai 12 anni d'età, che avranno l'opportunità di giocare e divertirsi, con un occhio di riguardo per la natura intorno a noi. Il centro estivo sarà infatti a Rifiuti Zero, tramite acquisti mirati di prodotti riciclabili o compostabili e una particolare attenzione alla raccolta differenziata e al riutilizzo dei materiali impiegati. Durante le due settimane, le tradizionali attività ludiche saranno affiancate da laboratori manuali a tema: dal riciclaggio alle energie rinnovabili, dalla biodiversità allo sviluppo sostenibile. Anche le uscite andranno nella stessa direzione: visiteremo la fattoria didattica di Leoni, a Vicofertile e il Parco Matildico nel reggiano. Una terza uscita sarà invece a Vedelago, luogo di raccolta e riciclo del rifiuto residuo: la vera sfida sarà però non avere rifiuto residuo ed essere al 100% a rifiuti zero.

I laboratori di Ambiental-mente per l'anno scolastico 2011-2012 si svilupperanno su tre differenti percorsi tematici: cittadinanza globale e cooperazione; ambiente e biodiversità; energia e rifiuti. Ogni percorso si costituirà di una parte teorica introduttiva, in cui gli alunni prenderanno confidenza con l’argomento, e una manuale, in cui verranno messi a fuoco alcuni punti centrali, tramite laboratori ludico-didattici.

I tre percorsi nascono dalla consapevolezza dell’importanza che queste tematiche rivestiranno nella vita quotidiana degli adulti di domani e della rilevanza che ha saperle maneggiare con la giusta sensibilità e preparazione. Pur essendo argomenti all’ordine del giorno, spesso i bambini non hanno l’opportunità di toccarli con mano e di trattarli con adeguatezza di metodi e mezzi: i nostri percorsi vogliono dunque fornire degli spunti di riflessione, oltre a un inquadramento generale che possa servire da cornice entro cui muoversi. La presa di coscienza di problematiche quali il divario nord/sud nel mondo, il rispetto del pianeta Terra, il consumo energetico e la gestione dei rifiuti stimolerà il loro spirito critico e li condurrà, fin da subito, a collocarsi nel mondo di oggi come cittadini attivi.

La decisione di operare nelle scuole risponde alla volontà dell'Associazione di essere presente concretamente nella realtà locale: proprio per questo, si è scelto di offrire gratuitamente i laboratori per i poli didattici del quartiere Montanara.

https://daquialaonlus.wordpress.com/
 

 


 

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento