Davvero un a.p.p.i. day!!!

Alcuni momenti di A.P.P.I. DAY

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Un vasto pubblico ha preso parte al primo appuntamento proposto domenica 28 febbraio 2016 dall'Associazione Paleontologica A.P.P.I. al Workout Pasubio di Via Catania 4 a Parma, A.P.P.I. DAY, molti giovani visitatori hanno partecipato ai laboratori a loro dedicati - Dino Puzzle, Paleontologo per un giorno e Dino Maschere - registrando un afflusso davvero importante.
Anche per questa ragione Fabio Manucci, paleoartista coinvolto anche nella recente scoperta riguardante Spinosaurus aegyptiacus, ha deciso di intrattenere i bambini - e non solo - disegnando il "dinosauro preferito" per chiunque ne facesse richiesta, raccontandone di volta in volta caratteristiche o curiosità.
Un "fuori programma" assolutamente gradito a cui ha fatto seguito anche quello di Simone Maganuco, paleontologo e Curatore della Mostra itinerante "Dinosauri in Carne e Ossa", che ha risposto alle domande dei bimbi in una versione semplificata di "Chiedi al Paleontologo!".
Molto suggestiva la mostra fotografica dedicata alle attività dell'Associazione Paleontologica A.P.P.I. di Anna Giamborino, oltre alle opere di paleoartisti, alcuni dei quali presenti domenica.
Il Presidente dell'Associazione Paleontologica A.P.P.I., Alessandro Carpana, ha quindi presentato le attività dell'anno in corso - domenica 22 maggio si celebrerà la Giornata Mondiale della Biodiversità, domenica 18 settembre il secondo A.P.P.I. DAY, domenica 23 ottobre si festeggeranno i 10 anni di vita dell'Associazione Paleontologica A.P.P.I. e domenica 18 dicembre il terzo appuntamento A.P.P.I DAY. - oltre a porre l'attenzione sulla rinnovata rivista dell'Associazione, A.P.P.I. NEWS, ora ampliata e realizzata da una vera e propria redazione.
Paolo Citton (Sapienza Università di Roma) ha quindi iniziato la sua conferenza, Una nuova speranza: Gli scavi di Torre del Porticciolo 2015, nella quale il Paleontologo ha presentato il materiale osseo rinvenuto negli scavi, durante le due campagne, effettuate nel 2014 e nel 2015, e alle quali A.P.P.I. ha partecipato. Paleontologia e il mestiere del Paleontologo, la forza divulgativa che produce la convergenza di interessi, in questo caso dell'Associazione Paleontologica A.P.P.I. e del Dipartimento delle Scienze della Terra (Sapienza Università di Roma), in un racconto arricchito da suggestive immagini.
Aliesaurus ronchii, così ribattezzato da Marco Romano (Sapienza Università di Roma), è un Caseide ed è un vertebrato gigante; il suo ritrovamento si rivela particolarmente importante per quanto riguarda la morfologia delle zampe e del piede, che permettono di arricchire in maniera determinante la conoscenza di questi animali.
Il giugno prossimo gli scavi riprenderanno, sempre in collaborazione con Associazione Paleontologica A.P.P.I., nella speranza di poter rinvenire altri importanti reperti, che possano dare maggiore completezza ai ritrovamenti e agli studi.
È seguita la chiusura lavori ed il rinfresco, scambi di idee, alcune foto ricordo e tanto entusiasmo all'idea di trascorrere insieme ad A.P.P.I. questo 2016.
Chi volesse associarsi, potrà farlo seguendo le istruzioni riportate sul sito ufficiale www.paleofans.com, dove si trovano inoltre tutte le informazioni relative all'Associazione e gli aggiornamenti; Associazione Paleontologica A.P.P.I. è anche su Facebook e Twitter.

Per informazioni: email:info@appi.pr.it - tel: 347 4888630 - www.paleofans.com

Torna su
ParmaToday è in caricamento