e’ arrivata l’era pasquale: con dinosauri e…le loro uova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Dal 9 al 15 aprile, laboratori, selfie, uova giganti e un vero Baby T-Rex Per la Pasqua 2017 il centro Eurosia ha scelto di focalizzare l'attenzione su uova molto speciali, quelle di dinosauro, "invitando" un cucciolo di Baby T-Rex a trascorrere la vigilia a Parma. L'uovo è uno dei simboli più importanti in molte culture del mondo, legato da sempre al concetto di vita e di nascita. In molte altre culture l'uovo era considerato sacro, quasi magico, poiché generatore di vita. I Greci, i Cinesi e i Persiani se li scambiavano come dono per le feste primaverili. Nella cultura egiziana, ma anche nelle cosmogonie di molte altre culture, l'uovo viene ritenuto al centro della nascita dell'Universo. Nei secoli questi significati leggendari si sono tramandati fino a noi e le nostre tradizioni popolari hanno portato avanti nei secoli riti legati alle uova, a partire da quelle pasquali. I dinosauri sono creature che esercitano un grande fascino sui bambini, ma sono anche l'occasione per iniziare ad affrontare con loro temi importanti come l'evoluzione, le origini dell'universo, e per parlare di scienze come la geologia e la paleontologia. Domenica 9 aprile al centro commerciale Eurosia arriva un enorme cucciolo di dinosauro che cammina, ruggisce, muove gli occhi, la testa e gli arti, alto 1,70 m e lungo 4 metri. Una installazione originale e di grande impatto, non solo per i più piccoli ma anche per gli adulti. Ma non è tutto. Dal 9 al 15 aprile sarà possibile entrare letteralmente nel mondo dei dinosauri: saranno allestite infatti 2 uova giganti, capaci di contenere i bambini per scattare selfie senza dubbio molto originali. Sabato 15 aprile, alle ore 15:30 da non perdere la rottura dell'uovo gigante, questa volta di cioccolato, e con la Card Eurosia subito in omaggio una colombina di fine pasticceria

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento