menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eleonora Goio a Parma per presentare il suo “Vita al rallenty”

La scrittrice viaggiatrice sarà a Parma il 19 febbraio alle 18 alla libreria Diari di bordo per presentare il suo ultimo libro, Vita al rallenty, un diario autobiografico che diventerà un film

Giovedì 19 febbraio alle 18 la scrittrice Eleonora Goio sarà a Parma, alla libreria Diari di bordo di Borgo Santa Brigida 9, per presentare il suo ultimo libro, “Vita al rallenty” che, visto il successo raggiunto, diventerà anche la sceneggiatura di un film. Eleonora Goio vive a Bolzano dove per anni ha insegnato educazione fisica al Liceo, non rinunciando mai alla sua passione per i viaggi, realizzando l’impresa estrema di percorrere la via della Seta in compagnia di Ennio Zingarelli partendo da Udine alla volta di Pechino a bordo di una Citroen Mehari. Racconta le sue imprese in “Viaggio al buio” e nel suo secondo libro “Mezzaluna al rovescio. Tour del Mediterraneo alla vigilia della Primavera araba”, editi da Besa. La disabilità che ora la colpisce per i postumi di un’operazione al cervello non la ferma dal continuare a viaggiare e a raccontare le continue sfide che affronta ogni giorno, nel suo ultimo libro “Vita al rallenty”, una sorta di diario autobiografico, un viaggio a tutto tondo nella disabilità che, visto il successo ottenuto, sarà la sceneggiatura di un film. “Riassumere Vita al rallenty in poche parole è difficile, poiché racchiude in sé una molteplicità di temi e di punti di vista. L’intimità dell’esperienza autobiografica ci accompagna lungo un percorso costellato da domande. Come è possibile reinventarsi una nuova vita dopo aver subito un intervento al cervello ed essere rimasti invalidi? Quali sono le difficoltà legate alla riabilitazione, alle barriere che crea la nostra mente e la burocrazia? Il pregio di questo libro è di essere tante cose senza che il lettore se ne accorga, poiché prima di tutto è un incontro. Vi sembrerà di imbattervi per caso nell’autrice, magari in uno dei suoi tanti viaggi in treno, quando si sposta per fare riabilitazione e, in maniera casuale – forse semplicemente per passare il tempo – che si incominci a parlare dello scorrere della propria vita. Vi è mai capitato di inciampare in una conversazione? Ecco, leggere questo libro è una di quelle conversazioni che ci si porta dietro, che ci lascia con l’immagine di una scalinata verso il cielo, con il sapore di una crescita continua verso nuovi e insperati orizzonti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento