george e wilmor

New York city!... corrono gli anni 70… la notte è lunga, molto lunga nei bassi fondi della città, c'è chi rotola da un locale all'altro, chi si sbronza appoggiato al bancone di un bar, chi si nasconde negli armadi delle mogli altrui e chi cerca disperatamente di dormire… Una notte molto insonne per Wilmor (avvocato fallito, divorziato e molto disordinato) dove le telefonate arrivano in continuazione per la ricerca disperata di George, (amico d'infanzia terribilmente ansioso e maniaco del pulito) sparito dopo essere stato scaricato dalla moglie. Wilmor si ritrova involontariamente in casa George sull'orlo del suicidio, lo convince a restare a vivere con lui fino a che George non trovi altra sistemazione. La convivenza tra i due protagonisti è la chiave comica dello spettacolo, ricca di colpi di scena e di situazioni esilaranti. Molte scene dello spettacolo spesso richiamano la comicità tipica del clown, costruite sulla pedagogia artistica della Scuola di teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna. George e Wilmor è una commedia divisa in due atti di Damiano Scalabrini ispirata alla strana coppia di Neil Simon e anche se pur ambientato nel passato si può ritenere molto attuale e ha sicuramente un messaggio sociale che viene comunicato allo spettatore tramite il tragicomico e con qualche richiamo di farsa. Indirizzato senza ombra di dubbio a coinvolgere un pubblico di tutte le età. Per prenotazioni 349 594 0762

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Ghost il musical: nuova data il 21 marzo 2021 al Teatro Regio

    • 21 maggio 2021
    • Teatro Regio
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento