I viaggi di Gulliver al Teatro del Cerchio

Chi non conosce le prodezze di Gulliver e i suoi mirabolanti viaggi tra terre sconosciute? Chi non ha mai subito il fascino della ricca e insuperabile fantasia con cui Swift crea nuovi mondi? Sono universi alla rovescia o quasi, in cui i valori, i principi, le regole vengono ribaltati, derisi. Omaggio a questo capolavoro della letteratura per ragazzi è, appunto, “I viaggi di Gulliver” di e con Mario Mascitelli, servo di scena Simone Baroni, un itinerario “a tappe” che ci porterà alla scoperta dei quattro mondi fantastici esplorati dall'eroe di Swift e dei loro strampalati abitanti. I primi due episodi “Viaggio a Lilliput” e “Nella terra dei Giganti” saranno protagonisti del prossimo appuntamento della Rassegna “Pane, amore e fantasia”, i pomeriggi di teatro e merenda del Teatro del Cerchio, in programma per domenica 31 gennaio. Nel primo appuntamento, alle ore 15.30, faremo la conoscenza del dottore Lemuel Gulliver e del suo approdo nella terra di Lilliput, dove si ritrova prigioniero di bizzarri uomini alti 15 centimetri, che nella nostra versione prenderanno forma con materiale di riciclo: un modo per trasmettere ai bambini l'amore per l'ambiente e le molteplici possibilità di riciclaggio. Alle 17, dopo una golosa merenda offerta dal Teatro, un nuovo viaggio porterà il nostro eroe in una strana terra, abitata da uomini alti circa 22 metri: dei veri giganti, proprio come ci immaginiamo quelli delle favole! In mezzo a loro Gulliver, che a Lilliput era “l'Uomo Montagna”, diventa a sua volta un lillipuziano ed è costretto a farsi trasportare in una scatola dalla sua “padroncina”, una bimba che lo trova e lo accudisce come una bambola. Ma in questo strano mondo viene anche circondato dall'attenzione della Corte Reale e dalla considerazione dei dotti del paese, curiosi di sapere da lui in che modo si vive nella terra da cui proviene. Attraverso la suggestione del teatro d'ombre, tecnica affiancata al teatro d'attore, si vuole qui trasmettere ai bimbi la fascinazione del romanzo classico, l’importanza dello studio e il rifiuto alla prepotenza dei più grandi e degli spavaldi.

E’ possibile partecipare anche a un solo spettacolo. Per info e prenotazioni 3318978682 - info@teatrodelcerchio.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento