Intorno a La voce umana di Cocteau

Tre momenti di studio del celebre monologo di Jean Cocteau, tre fotografie dell’animo per un solo interlocutore, il telefono, tutto il resto è destinato a sfumare sullo sfondo: è “Intorno a La Voce Umana di Cocteau” di Le (OGM) Ombre Geneticamente Modificate, con Monica Amaro, Cristina Rossini, Rossella Torri, regia di Stefano De Stefano, in scena sabato 22 aprile (ore 21.15) ad Europa Teatri.

Un unico atto, una sola stanza, un personaggio, l'amore: il monologo di Cocteau propone la tragica realtà della fine di un amore. E il realismo estremo voluto dall’autore concede al pubbli-co una sola versione della separazione, una sola voce che si infrange nel silenzio, elemento fondamentale, attraverso il quale l’interpretazione dei sentimenti rimane libera ed angosciante.

Lo spettacolo gira intorno a questo silenzio con tre attrici, portatrici di differenti stati emotivi che potrebbero considerarsi i tre stadi di una storia d'amore arrivata al termine. Ogni attrice dona una fotografia del proprio animo e offre la possibilità di percorrere tratti di una strada ideale che conduce alla presa di coscienza definitiva. Ogni donna regala un frammento di quel-la voce che passa dall’innamoramento cieco di chi tenta di non arrendersi all’abbandono, attra-versa l’ansia e l’angoscia di scoprire ciò che già conosce e giunge, poi, alla disperazione finale.

Tre stati d’animo che si fondono in quest’unica voce, l’unica cosa che resta e che conta. Anche se lasciare parlare al telefono una donna non significa isolarla dalla propria storia, dal proprio retroterra sociale e culturale, ma serve a porre l’attenzione esclusivamente sulla parola che, in questo caso più che mai, diventa una porta spalancata sull’emozione.

Uno specchio, una sedia, una poltrona ed il comune accessorio dei drammi moderni, il telefono come unica maschera/filtro con la realtà (presunta), strumento diabolico di fuga e materializ-zazione della perdita, e che consente di interrompere in ogni momento la conversazio-ne…riagganciando. C'è qualcun altro dall'altra parte, forse sta ascoltando, o forse sta già fa-cendo dell'altro.

Biglietto d’ingresso: 10,00 Euro (intero), 8,00 Euro (ridotto)

Informazioni e prenotazioni

Europa Teatri, Via Oradour 14 – Parma

0521 243377 europateatri.pr@gmail.com www.europateatri.it www.facebook.com/europateatri

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento