L'ultima partita

Io

Io sono

Io sono un uomo

Io sono un uomo fortunato

L'animo, lo spirito, la lotta, la sconfitta, l'eterno secondo, il sorriso al momento dell'addio. Tutto questo potrebbe riassumere la sintesi di uno spettacolo che vuole raccontare una storia vera, o meglio, più storie vere fatte di vittorie, difficoltà e rinuncie. L'esigenza di incontrare sul palco un uomo che si mette a nudo dopo aver passato una vita di riservatezza e lo fa attraverso il gioco del baseball, uno sport antico e tra i più popolari al mondo che può ben rappresentare l'evolversi di questa storia.

Lou Gehrig è stato, negli anni ‘30, uno dei più forti giocatori americani di baseball e, nella sua carriera, stabilì molti record tra cui quello di aver giocato ininterrottamente per ben 2130 partite consecutive (record che è rimasto imbattuto per oltre 30 anni). Figlio di due immigrati tedeschi, Lou approdò al baseball quasi per caso e, in ogni caso, contro il volere della madre che lo voleva ingegnere come lo zio Otto. Ma alla fine divenne un grande campione anche se la sua squadra (i New York Yankee appena fondata) schierava tra le sue file due super stars come Babe Ruth e Joe Di Maggio ma che dovette ritirarsi giovanissimo a causa del sopraggiungimento di una malattia, la SLA, ribattezzata dopo quell’evento, morbo di Gehrig.

Per info 349.5740360 - 331.8978682 - info@teatrodelcerchio.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • corso guide museo guatelli

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento