'La Fondazione' al Teatro Due con Ivano Marescotti

L’attore romagnolo Ivano Marescotti, uno dei volti più noti del cinema italiano, un caratterista di valore assoluto è il protagonista de “La fondazione”, in scena a Teatro Due venerdì 31 gennaio e sabato 1 febbraio alle ore 21.00 con la regia di Valerio Binasco, una produzione Nuova Scena – Arena del Sole Teatro Stabile. Si tratta di un monologo firmato da Raffaello Baldini, il famoso poeta di Sant’Arcangelo di Romagna, scomparso nel 2005, quarto e ultimo suo testo teatrale:i tre precedenti erano nati per sollecitazione di Ivano Marescotti, il quale racconta di come un giorno lo scrittore, poco prima di morire, a sorpresa, gli consegnò il plico de La fondazione dicendogli: "Fanne quello che credi". E l’attore ha onorato questo prezioso lascito con un’interpretazione magistrale e intensa diretta da Valerio Binasco, che spazia dal comico al tragico, del bizzarro personaggio che colleziona ossessivamente i più assurdi oggetti del passato e coltiva l'idea di dar vita a una Fondazione che tenga viva la memoria delle cose più sfuggenti 

Un personaggio splendidamente velleitario e a modo suo eroico, che cerca così di imbrigliare la vita (e la morte) nel suo delirio apparentemente bislacco ma profondissimo. La fondazione parla di un uomo che nella sua vita non riesce a buttare via nulla. Tiene da conto tutto, perfino le cartine che avvolgono le arance. La moglie lo ha mollato ma lui preferisce vivere tra la sua “roba”. Perché quella “roba” non rappresenta la sua vita, quella roba “è” la sua vita stessa. E quando quella “spazzatura” verrà buttata, anche lui seguirà la stessa sorte. Uno spettacolo comico solo perché spesso e fortunatamente, riusciamo anche a ridere di noi stessi, perché, come disse Leo Longanesi, “i difetti degli altri somigliano troppo 

"Ho un doppio privilegio in questo spettacolo – scrive il regista Valerio Binasco -, quello di lavorare con due grandi artisti come Baldini e Marescotti, una coppia d’arte che viaggia insieme da molti anni, “scopritori” l’uno dell’altro, con un’intesa intima e inafferrabile". Il testo di Baldini, secondo Binasco, ha una grande spinta che viene da lontano, da Kafka e Bernhard, e ha permesso di affrontare la scena in modo “tormentosamente metaforico ma anche realistico”. Nel corso delle prove, racconta ancora il regista, è successo qualcosa di sorprendente: "Tra noi c’era una creatura nuova, una strana fusione tra Marescotti e Baldini…era il Personaggio. Questo Personaggio Senza Nome è un uomo di struggente tenerezza, un bel giorno è arrivato, si è sistemato dentro alla voce di Ivano, dentro al suo sguardo, ed era come se fosse sempre stato lì, con noi. Nella poesia di Baldini aleggia una nostalgia, ed è il ricordo di qualcosa che non c’è mai stato, ovvero dell’innocenza perduta del mondo: questa è la chiave per capire Baldini, il personaggio di questo monologo e, se qualcuno mai se lo chiedesse, anche il motivo per cui la gente va a teatro. Ci si va per scoprire che l’umanità, in fondo, ha nostalgia della propria umanità. E per il gusto di scoprire ogni volta che l’umanità è semplicemente la gente. E la gente è una persona. Sono io. E sei tu. Ed è Lui. Anche questo Lui di Baldini, che non riesce a sbarazzarsi delle cose perché gli vuole bene. Insomma, dicevo, un bel giorno quest’uomo è arrivato alle prove, e finalmente il regista ha trovato qualcosa da fare: occuparsi di quell’uomo senza nome. Tessere intorno a Lui un’atmosfera che ne rispettasse i silenzi, l’intimità e anche la sua irresistibile simpatia. Non credo che un regista debba fare di più (e di meglio) che amare i personaggi e lasciarli vivere. Dar loro forza e coraggio. Non farli sentire soli, dentro a un lago di parole".  

LA FONDAZIONE

di Raffaello Baldini con Ivano Marescotti scene Carlo De Marino musiche Arturo Annecchino luci Vincenzo Bonaffini costumi Elena Dal Pozzo suono Giampiero Berti regista assistente Roberto Turchetta regia Valerio Binasco produzione Arena del Sole - Nuova Scena - Teatro Stabile di Bologna Fondazione Teatro Due  31 gennaio e sabato 1 febbraio alle ore 21.00

Informazioni e Biglietteria - 0521230242 - info@teatrodue.org - www.teatrodue.org

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma 2020 in 48 ore: un itinerario nei luoghi imperdibili della Capitale Italiana della Cultura

    • dal 15 gennaio al 30 settembre 2020
    • Location varie
  • Settembre Gastronomico: la cultura del cibo invade Parma

    • dal 30 agosto al 27 settembre 2020
    • Location varie
  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • Florilegium di Rebecca Louise Law a Parma2020 per Pharmacopea

    • Gratis
    • dal 29 febbraio al 19 dicembre 2020
    • Antica Farmacia S. Filippo Neri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ParmaToday è in caricamento