Musica al Castello - Lavinia Mancusi in Semilla, Musica Nomade

Dai tamburi del Vesuvio alla magica musica del Salento, dalla taranta alle canzoni popolari del Meridione d'Italia alle contaminazioni con le sonorità del Nord Africa, della Spagna fino a toccare il Sud America. Musica in Castello – che per natura è rassegna itinerante estiva – porta la musica nomade sul palcoscenico di piazzetta Centro Civico di Sorbolo, martedì 31 luglio alle 21.30, e si affida alla giovane cantante e musicista romana, Lavinia Mancusi.

L'artista – che ha voce profonda di qualità e presenza scenica - vanta un particolare percorso di formazione che l’ha vista innamorarsi sin da piccolissima della musica popolare, complice anche un viaggio nel Salento in cui ha avuto modo di vedere dal vivo Pino Zimba e i suoi tamburelli. Successivamente, è l’incontro casuale con Nando Citarella, che diventa il suo maestro, ad aprirle la strada verso la carriera come musicista. I primi passi sono proprio nei Tamburi del Vesuvio di Citarella, a cui segue la collaborazione con Ambrogio Sparagna per la sua Orchestra Giovanile Popolare, per approdare in fine ad un proprio progetto come solista. “Fondamentale in questo senso è stato l’incontro con il percussionista romano, Gabriele Gagliarini, con il quale ha dato vita a “Semilla”, disco nato dall’idea di rileggere la tradizione del Meridione D’Italia. E’ nato così un vero e proprio viaggio sonoro attraverso undici brani, tra terre, lingue, dialetti e tradizioni differenti, che diventa metafora di una semina di suoni e ritmi, che nella loro diversità, germogliano vicini - come spiega la presentazione - punto di partenza è, come detto, la tradizione del Sud Italia: non sono solo gli uomini a spostarsi da una terra all’altra, ma anche la musica si fa nomade, e noi siamo i frutti di questo movimento continuo”.

Lavinia Mancusi che ha accompagnato in tour anche il cantautore Alessandro Mannarino - regina dalle lunghe gonne e i corpetti sinuosi – suona violino, chitarra tamburo e genera una pizzica che incanta.

Musica in Castello – tutta ad ingresso libero - è organizzata da Piccola Orchestra Italiana in collaborazione con il Comune di Sorbolo che ha dato il proprio contributo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento