“let’s be frank”: un viaggio tra musica e ricordi attorno al grande sinatra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"Let's be Frank" in scena sabato 22 aprile 2017 alle 21 al Teatro Aurora di Traversetolo (Parma) è più di un concerto: è uno spettacolo, tutt'altro che scontato. Frank ha una casa piena di ricordi e cianfrusaglie, per lo più inutili, e dischi, tanti dischi, che hanno la peculiare abitudine di prender vita. Attraverso la calda e rassicurante voce di Sinatra e l'accompagnamento del pianoforte, Frank apre le porte dell'intimità della sua dimora. "Da più di due anni - precisa il regista dello spettacolo Emanuele Valla - avevo il desiderio di portare sul palco del Teatro Aurora Riccardo Chojwa (alias Sinatra) in un concerto-omaggio al grande Frank. Poi una serie di vicissitudini ha fatto sì che ci attivassimo in un progetto totalmente ispirato alla necessità di sorprendere noi stessi nella creazione di qualcosa di innovativo e contaminante, così come le vicende di Frank e Sinatra sono contaminate da una 'opportunità' che la vita ci riserva ogni giorno, se la sappiamo cogliere". Lo spettatore sarà testimone di un dialogo a distanza tra Frank, che vive ai giorni nostri, e un Sinatra impegnato nelle prove per la preparazione di un concerto. "Prosa, musica e musical - aggiunge Dario D'Ambrosio (alias Frank) diventano parte di uno stesso linguaggio contagiandosi a vicenda. Un'interazione emotiva tra teatro e musica, tra prosa e concerto in una chiave nuova, con la convinzione che questi mondi arrivino a completarsi, accrescendosi vicendevolmente." Si verrà condotti attraverso un curioso e originale viaggio tra amore e vita, narrato a cavallo di due epoche così lontane e al contempo così vicine, attraverso una colonna sonora dal vivo fatta di brani ricercati e famose melodie dell'indimenticabile e carismatico cantante italo americano, entrato nella leggenda per l'eterno fascino delle sue canzoni. "Il canzoniere di un artista con una carriera di sessanta anni - puntualizza Chojwa - offre una tale varietà di stili e sfumature da rendere arduo il compito non tanto di trovare un pezzo adatto alla particolare situazione scenica ma, al contrario, di sceglierlo tra decine di pezzi idonei." "Una colonna sonora - continua Valla - selezionata per raccontare la nostra storia, quindi oltre a qualche brano celebre, siamo lieti di presentare pezzi ai più sconosciuti e quindi tutti da scoprire". Frank e Sinatra sono sospesi su due piani distinti, cronologicamente lontani, ma portati al contatto, poiché la musica è un collante capace di trascendere il fattore tempo, portando a contaminazioni ragionevolmente impensabili. E' la storia di chiunque viva dei propri ricordi e sia permeato da quel miscuglio di ragione e pazzia tale da impedirgli di liberarsene, poiché quello che siamo è in misura rilevante determinato da ciò che ci è accaduto. Un lavoro di squadra scritto e ideato da Emanuele Valla (che ha curato anche la regia), Dario D'Ambrosio (a cui si devono anche i testi) e Riccardo Chojwa (anche supervisore musicale). Sul palco, alle tastiere, anche Luca Savazzi (che ha curato gli arrangiamenti) e Alice Monica. Per informazioni e prenotazioni: chiamare il numero 347.9357902 oppure collegarsi al sito www.teatroaurora.com.

Torna su
ParmaToday è in caricamento