Eventi

November Porc compie 10 anni: ecco i quattro week-end del gusto

Si parte sabato 5 e domenica 6 a Sissa con "I sapori del maiale", poi il 12 e 13 ci si sposta a Polesine, il 19 e il 20 si fa tappa a Zibello e si finisce a Roccabianca il 26 e 27 novembre

Compie dieci anni "November Porc", la staffetta più golosa d'Italia che si snoderà per un mese nel Parmense, tra Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca. Un traguardo importante che sarà festeggiato con tanti appuntamenti al'insegna dell'enogastronomia ma non solo: per questtro weel end  si potranno così assaggiare i salumi tipici della Bassa, riscoprire i sapori di un tempo ma anche approfittare di tante proposte adatte a tutti i gusti e le età, dai mercati ai concerti, dalle preparazioni di specialità alle mostre, all'animazione per i più piccoli.

SISSA
POLESINE
ZIBELLO
ROCCABIANCA

“November Porc” è organizzato dalla Strada del Culatello di Zibello, con il contributo della Regione Emilia Romagna e la collaborazione di Provincia, Apt Servizi, Comuni di Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca, Camera di Commercio di Parma e Banca Monte Parma.
“L’intuizione che abbiamo avuto anni fa si è dimostrata positiva, come conferma anche l’alto numero di visitatori che November porc richiama ogni anno. Un’iniziativa che è riuscita a valorizzare la Bassa partendo dalle sue produzioni - ha detto il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, presentando la manifestazione questa mattina al Parma Point -. Proprio dalle sue tipicità siamo infatti riusciti a costruire un modello di sviluppo, un modello che ha portato ad esempio a nuove attività di ristorazione e ricettività”.

“Ormai possiamo dire che il November porc è una scommessa vinta, in grado di suscitare sempre grande interesse – ha affermato Manuela Amadei, vicepresidente della Strada del Culatello di Zibello e sindaco di Zibello -. Anche per questa decima edizione sono tanti gli eventi in programma con una novità: da quest’anno la kermesse avrà anche una sua mascotte, il cui nome sarà scelto dai bambini delle scuole primarie dei quattro comuni coinvolti”.

Si parte il prossimo week end, sabato 5 e domenica 6, a Sissa con “I sapori del maiale”, poi il 12 e 13 ci si sposta a Polesine con “Ti cuociamo Preti e Vescovi”, il 19 e il 20 si fa tappa a Zibello con “Piaceri e delizie alla corte di re Culatello” e si finisce a Roccabianca, il 26 e 27 novembre, con “Armonia di spezie e infusi”. Il programma è stato illustrato nel dettaglio questa mattina dal sindaco di Sissa Grazia Cavanna, dal sindaco di Polesine Parmense Andrea Censi e dall’assessore alle Attività produttive di Roccabianca Bruno Pezzini.
“November porc è una grande opportunità per Sissa, una festa in grado di coinvolgere tutto il paese – ha sottolineato Grazia Cavanna -. Alle due giornate tradizionali, abbiamo deciso di aggiungere anche il venerdì sera con uno spettacolo, l’assaggio dei mariolini e un amarcord di November porc. Da non perdere sabato anche il Palio della Spalla Cruda di Palasone”. 

“Grazie a questa iniziativa, territori come nostri che erano marginali oggi sono in grado di richiamare un vasto pubblico e di creare un importante indotto”, ha affermato il sindaco di Polesine Andrea Censi, che ha sottolineato come November Porc possa rappresentare anche un’opportunità per i giovani del territorio.
“La nostra è l’ultima tappa e abbiamo l’impegno più gravoso: quello di preparare una Cicciolata di 4 quintali - ha aggiunto l’assessore di Roccabianca Bruno Pezzini -. Una lavorazione complicata resa possibile grazie all’aiuto di tante persone, volontari e norcini che si mettono a disposizione già diversi giorni prima della manifestazione”.

L’offerta per i visitatori nei quattro comuni partirà dal sabato pomeriggio con i mercati: Sissa proporrà prodotti biologici naturali con “Antichi sapori e tradizioni”, Polesine (dove la festa sarà sugli argini del Po) si orienterà sul pesce e sui prodotti del Grande fiume; a Zibello sarà protagonista la migliore salumeria italiana; mentre Roccabianca punterà al fascino di infusi, spezie e distillati. Non mancheranno ovviamente le produzioni della Bassa, come lo Strolghino, la Spalla Cotta, la Spalla Cruda, il Parmigiano Reggiano, il Prete, il vino Fortana Igp, oltre a tipicità e di altre parti d’Italia. Dalle 18 si apriranno gli stand gastronomici e dalle 21 feste per i più giovani con le dirette radio, band e stuzzichini, con l’ormai famoso takeaway “McPorc”. Inoltre, nei quattro sabati si terranno altrettante iniziative di EmiliAmbiente “Bolle giganti, pesci-palloncino e altre meraviglie”: giochi e attività per bambini a tema acquatico, dalle 15.30 alle 18.30, a partecipazione libera e gratuita.

Anche la domenica sarà ricca di appuntamenti. I mercati saranno allestiti dalle 9 alle 20. Alle 12 inizieranno i pranzi negli stand gastronomici, mentre intorno alle 15.30 si potranno assaggiare gratuitamente i maxi salumi preparati dai norcini locali. Ad arricchire le giornate, intrattenimenti per tutti con gruppi musicali e folkloristici, spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti, senza trascurare il classico “tiro al salame”.
Inoltre, per tutto il mese di novembre i ristoranti della Strada del Culatello proporranno menù con specialità locali di maiale a prezzi concordati.
Alla conferenza stampa di questa mattina al Parma Point era presente anche Giuseppe Caltabiano, responsabile Servizio Enti di Banca Monte Parma.
November porc è inserito nel cartellone Wine Food Festival della Regione Emilia Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

November Porc compie 10 anni: ecco i quattro week-end del gusto

ParmaToday è in caricamento