Verso Traiettorie: protagonista il pianista Francesco Prode

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Programma

Venerdì 5 giugno 2015

Sala dei Concerti della Casa della Musica, ore 20.30

Francesco Prode

pianoforte

Pierre Boulez (1925)

Douze notations (1945)

Alban Berg (1885-1935)

Sonata op. 1 (1908-1909)

Aleksandr Skrjabin (1872-1915)

Sonata n. 5 in fa diesis maggiore, op. 53 (1907)

Robert Schumann (1810-1856)

Sonata n. 1 in fa diesis minore, op. 11 (1833-1835)

Un denso programma pianistico sotto il segno di Schumann, Skrjabin, Berg e Boulez caratterizza il secondo appuntamento con Verso Traiettorie…, rassegna di Musica Classica, Moderna e Contemporanea organizzata da Fondazione Prometeo con Istituzione Casa della Musica, e quest'anno giunta alla quinta edizione, ormai consolidato ponte primaverile in attesa della rassegna Traiettorie che nel prossimo autunno toccherà il suo primo quarto di secolo di vita.

Sarà il pianista romano Francesco Prode a tratteggiare la sera del 5 giugno alle 20.30 un percorso trasversale attraverso quattro lavori molto diversi fra loro ma accomunati dalla volontà di cercare nuove forme di unificazione della eterogeneità, o se si vuole, nuove soluzioni all'aggiornamento di una delle forme più fortunate e produttive dell'età classica, cioè la sonata: dall'antidialettica della Sonata n. 1 op. 11 di Schumann - in cui melodie che riappaiono ciclicamente uniscono in superficie una struttura fortemente centrifuga - si passa attraverso il misticismo della Sonata n. 5 op. 53 di Skrjabin, la fluida mobilità armonica della Sonata op.1 di Berg - unica composizione per pianoforte del compositore viennese nella quale il principio della variazione è concentrato fino a sublimarsi - per arrivare a quel singolare lavoro che è Douze notations di Pierre Boulez del 1945, dodici piccoli pezzi dodecafonici basati su diversi aspetti tecnici e compositivi e unificati dalla esaustività del circolo seriale che vanno a costituire.

Nato nel 1969, Francesco Prode affianca spesso al repertorio classico-romantico brani del repertorio contemporaneo, a cui si dedica da una decina di anni, dopo la sua collaborazione con Karlheinz Stockhausen. In questo ambito ha anche eseguito la prima mondiale di 2×5 e City Life di Steve Reich a Roma nel 2010.

I biglietti (intero: euro 10, ridotto: euro 5) saranno messi in vendita il giorno stesso del concerto presso la reception della Casa della Musica a partire dalle ore 19:30.

Per informazioni:

Fondazione Prometeo

tel. 0521 708899 - cell. 348 1410292 - www.fondazioneprometeo.org.

È possibile prenotare telefonicamente ai recapiti della Fondazione Prometeo

Casa della Musica

P.le San Francesco, 1 - Parma

tel. 0521 031170 - www.lacasadellamusica.it.

Torna su
ParmaToday è in caricamento