oltre il paesaggio...mostra pittorica alla galleria s.andrea

Tre soci dell'associazione UCAI, Gabriele Cicognani, Paolo Mancini, Marco Sandrini, si sono uniti per dare voce a tre diversi modi di interpretare un soggetto che ha tracciato un filone fondamentale nella storia dell'arte: il paesaggio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L' associazione U.C.A.I. di Parma è lieta di presentare la collettiva

OLTRE IL PAESAGGIO

Gabriele Cicognani

Paolo Mancini

Marco Sandrini

INAUGURAZIONE SABATO 3 DICEMBRE alle ore 17

presso

Galleria S. Andrea

Via G. Cavestro 6, Parma

dal 3 al 15 dicembre 2016

Ingresso libero

Presentazione della mostra a cura della Dott. ssa Manuela Bartolotti

Tre soci dell'associazione UCAI si sono uniti per dare voce a tre diversi modi di interpretare un soggetto che ha tracciato un filone fondamentale nella storia dell'arte: il paesaggio.

Da sabato 3 dicembre, giorno dell'inaugurazione della mostra, saranno visibili nello spazio espositivo della Galleria S. Andrea in un originale allestimento le opere pittoriche di Gabriele Cicognani, Paolo Mancini, Marco Sandrini.

Come scrive la Dott. ssa Manuela Bartolotti dei tre artisti: "...Sono strade di luce quelle percorse da Gabriele Cicognani nei suoi quadri; i paesaggi sono placidi ricordi, visioni serene, ammantate di pace e quiete meditativa. Sono luoghi verso i quali si sospinge il desiderio, aneliti di orizzonti nei tagli obliqui di staccionate al sole, di facciate e di porte, di profili montuosi, lagune immobili, sentieri vibranti nei riflessi luminosi. A olio, pastello e acquerello sono viaggi solitari, fughe a respirare la vita nella sua pienezza, a contemplarla oltre le costruzioni romantiche dei Macchiaioli, oltre i profili azzurri del tempo concentrato, sospeso tra mare, terra, cielo alla Virgilio Guidi, oltre la semplice figurazione.

L' architetto Paolo Mancini, ha invece abbandonato il dominio della linea, la padronanza del disegno per ricostruire il mondo con le tinte, con le macchie, con le emozioni. La libertà si controlla e si custodisce lasciandosi andare, dimenticando i confini, assecondando l'armonia perfetta dell'universo. L'opera di Mancini sembra mutuare da artisti come Giorgio Morandi, il nostro Carlo Mattioli e in parte - in alcune composizioni più astratte - anche da Mark Rothko, il senso di una contemplazione esistenziale fatta di silenzio, ascolto e percezione dell'invisibile, dell'ineffabile. Il suo appare un approccio quasi mistico.

Tutto è colore nell'aria, nel respiro dell'universo di Marco Sandrini: nubi, cieli si confondono con la terra rubandosi volteggi di emozioni, sapienti evoluzioni cromatiche. E' abilissimo a cogliere la visione evocativa e struggente, l'atmosfera impregnata di vibrazioni luminose alla Turner, ma i suoi spazi sono mansueti, distesi tra albe e crepuscoli, vagabondaggi in solitario tra morbide colline, nebbie avvolgenti e rive di fiumi. Si ferma la vita in fotogrammi densi, carichi di memoria, panorami dove il cuore s'unisce alla natura con tutti i suoi umori. Ci si abbandona e ci si perde per un attimo e per sempre nelle alchimie della luce..."

La mostra sarà visitabile fino a giovedì 15 dicembre ad ingresso libero con i seguenti orari:

da martedì a sabato 10-12 e 16-19; domenica 16-19; lunedì chiuso.

Info e comunicazione:

UCAI-Galleria S. Andrea 0521 228136; annalisa.mombelli@gmail.com

Torna su
ParmaToday è in caricamento