Parma (e pò pù) - reading di paolo nori e giancarlo ilari al museo guatelli di ozzano taro

Riprendono gli incontri de "La casa sul confine della sera" al Museo Guatelli di Ozzano Taro organizzati dall'Associazione Amici di Ettore Guatelli e del Museo.

Il primo incontro è un 'passo a due voci' di Paolo Nori e Giancarlo Ilari, "Parma (e pò pù)", divertente, ironico, provocatorio, a tratti nostalgico.

Paolo Nori, nato a Parma nel 1963, legge alcune pagine tratte dai suoi libri: Si sente?, La meravigliosa utilità del filo a piombo, Si chiama Francesca, questo romanzo, Grandi ustionati, La piccola Battaglia portatile, Manuale pratico di giornalismo disinformato.

Giancarlo Ilari, nato a Parma nel 1927, interpreta la Parma gloriosa e antifascista, la Parma dei borghi e delle Osterie, con la lettura di appunti autobiografici e di frammenti di pagine di Bruno Barilli, Pino Cacucci, Giacomo Ferrari, di poesie in dialetto di Renzo Pezzani e Alfredo Zerbini.

Il soggetto è sempre Parma.

Parma attraversata da due sguardi lontani anagraficamente ma uniti dallo stesso amore per la propria città osservata nelle sue trasformazioni nello scorrere del tempo.

Se la voce di Ilari rievoca la bèla genta di Parma dalla 'sinistra inclinazione musicale', Paolo Nori legge se stesso in un tempo presente o rivolto ad un passato recente.

Un gioco alternato delle due voci, in cui passato e presente, dialetto e lingua, si mescolano, per una riflessione poetica (e politica) della nostra città.

Occorre prenotare all'indirizzo info@amiciguatelli.it. Ingresso: intero 10€, ridotto 8€.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento