'Raccontare l'eccellenza' fa tappa a Parma, Pizzarotti: "Muoviamoci insieme"

"Smussiamo i nostri punti di vista, raggiungiamo obiettivi che da soli sarebbero impensabili: questa è l'eccellenza che raccontere

"Una cosa che abbiamo imparato è che se ci muoviamo insieme, cercando di smussare i nostri punti di vista, raggiungiamo obiettivi che da soli sarebbero impensabili: questa è l'eccellenza che racconterei". Così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti aprendo l'evento ANSA 'Raccontare l'eccellenza' alla Casa della Musica di Parma.

Dopo aver toccato i capoluoghi di regione, il tour dell'ANSA per raccontare le eccellenze dei territori e del Paese riparte dopo 20 tappe alle spalle da Parma. Sulla provincia emiliana i riflettori sono puntati per le sue innumerevoli eccellenze, dai prodotti agroalimentari che portano il nome dell'Italia nel mondo a un dinamico distretto industriale manifatturiero. Parma trampolino anche di importanti sfide future: a cominciare dal 2020 che incoronerà Parma capitale italiana della Cultura.

"Abbiamo eccellenza che si specchiano nei prodotti e nel marchio delle imprese che dobbiamo sapere comunicare - ha detto Pizzarotti - In questi anni lo si è fatto molto bene, raggiungendo gli obiettivi. E tanti ce ne siamo posti per gli anni a venire, il prossimo: stiamo aspettando la lista di candidati per la European Green City 2022, per cui saremo l'unica città italiana certificata".

"Parma è una delle più ricche province del Paese, con una fortissima vocazione industriale. Nel 2018 ha registrato una crescita dell'1,7% nel valore aggiunto complessivo, un dato superiore persino di quello della Regione a cui appartiene. Si conferma per il terzo anno consecutivo con un trend positivo della crescita dal 2014": lo ha detto Stefano De Alessandri, amministratore delegato dell'ANSA. Da Parma, ha sottolineato l'ad, parte il secondo tour dell'ANSA per raccontare le eccellenze del Paese dopo aver toccato i capoluoghi di Regione. "Siamo felici di farlo oggi a Parma - ha detto De Alessandri - perché l'ANSA è una cooperativa nata 75 anni fa, di proprietà di 27 editori di quotidiani e tra i nostri soci storici c'è uno dei più antichi, se non il più antico, quotidiano d'Italia, la Gazzetta di Parma".

"Abbiamo cominciato a fare un lavoro sull'informazione locale e regionale che esaltasse la possibilità dell'ANSA di portare fuori quei temi dal territorio". A sottolinearlo il direttore dell'ANSA Luigi Contu. "La stampa che resiste di più racconta il territorio per il territorio", ha aggiunto Contu: "A volte si fatica a far emergere queste storie, ma con l'ANSA si può arrivare dal più piccolo paese di provincia a Roma, Bruxelles, al mondo. Ovunque c'è questa possibilità di raccontare". A maggior ragione perché "riuscire a parlare con il mondo in una fase così complicata del Paese, con una recessione alle porte, è fondamentale. E noi questo vogliamo fare".

"Il 3 dicembre a Milano con il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini presenteremo il programma di Parma Capitale italiana della Cultura 2020", ha anticipato Michele Guerra, assessore comunale di Parma alla Cultura.  "Parma 2020 - ha sottolineato - è una scommessa che ha voluto mettere la cultura al centro della visione di una città complessa, articolata, che arrivasse a toccare i gangli vitali della comunità. Siamo partiti da un progetto urbanistico per scrivere il dossier, dai distretti socio-culturali, che ci sembravano fossero l'eredità giusta da cui partire per comprendere le articolazioni culturali della nostra città". "Parma - ha aggiunto - sta dentro le sfide della modernità e del mondo dell'informazione, è una città moderna, ha un comparto industriale di primissimo livello ed è sempre più multiculturale".

"Se riusciamo a mantenere numeri importanti di fatturato, di capacità competitiva lo possiamo fare solo se miriamo all'eccellenza, a partire dalla formazione. Solo così possiamo essere capaci di affrontare i mercati mondiali, con le abilità e le possibilità offerte da un territorio ricco, florido, culturalmente efficace. Su questa scia inseriamo anche il nostro impegno per l'avventura bellissima di Parma 2020": così Annalisa Sassi, presidente dell'Unione parmense degli industriali (Upi)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento