reggio calcio ko contro la juve club al 15° memorial chiarino cimurri

Dopo oltre un mese di calcio giovanile, con 54 gare disputate, venerdì sera, di fronte a circa 700 persone, si sono giocate le finali del torneo organizzato dalla società del presidente Carlo Pagliani. La finale è stata bellissima, ottimamente giocata da ambo le parti. Al terzo posto si classifica il Guastalla che batte la Tricolore Reggiana per 3-2

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Sotto gli occhi di Giuliana Cimurri, moglie del compianto Chiarino e di fronte a circa 700 persone che hanno gremito la tribuna e il bordo campo del sintetico di via Mutilati del Lavoro e dopo un mese intenso nel quale si sono disputate la bellezza di 54 partite, la Juventus Club ha vinto la 15^ edizione del Torneo Chiarino Cimurri, riservato alla categoria Esordienti, battendo la Reggio Calcio al termine di una finale bellissima, con le due squadre rivali che, dopo l’assegnazione dei rispettivi trofei, hanno sfilato assieme guadagnandosi l’applauso del pubblico non solo quindi per il magnifico spettacolo offerto. La Juventus Club ha vinto per 3-1 grazie all'eurogol di Bottarelli, al raddoppio di Panigada e al rigore trasformato da Modicamore, al quale ha risposto una rete di Farri per la Reggio Calcio. Dopo la finale sono stati assegnati i premi individuali: il miglior portiere è stato Simone Prati dello Sporting Chiozza, che non ha però ritirato il premio a causa della tragica scomparsa del tecnico di quella squadra, Francesco Rossi, in campo coi suoi ragazzi pochi giorni fa, deceduto nel tragico incidente in romagna dei giorni scorsi, in memoria del quale è stato osservato un minuto di raccoglimento prima delle due finali. Dario Bottarelli della Juventus Club Parma ha invece vinto il titolo di capocannoniere, che gli è stato consegnato da Raffaele Nuzzo, ex portiere di Inter e Reggiana. Il miglior attaccante è stato invece Andrea Baldari del Corlo, premiato da Paolo Cilloni, dirigente della Tricolore Reggiana, società organizzatrice dell’evento; il titolo di miglior difensore è andato ad Alessandro Agnesini del Terre Matildiche, mentre Jurgen Sulkiaj della Tricolore Reggiana è stato votato come migliore centrocampista. Nell’altra finale, quella per il terzo posto, il Guastalla ha avuto la meglio sulla Tricolore Reggiana, padrona di casa, dopo una partita tiratissima, con i padroni di casa che segnano due gol su punizione con l’ottimo Clarence Malaj, ai quali hanno risposto le reti di Chierici e Denis Houdra. Una punizione di Andrea Baiocchi da lontano, che con la quale ha infilato il pallone sotto l’incrocio dei pali grazie a un tiro-cross velenoso, ha sancito il 3-2 per i ragazzi del Guastalla. Al termine delle due gare Giuliana Cimurri e il presidente della Fondazione per lo Sport Mauro Rozzi, hanno ringraziato Mario Tavaglione, Giorgio Benevelli e tutti gli altri volontari della Tricolore Reggiana, le squadre partecipanti, i tifosi e gli sponsor per aver realizzato per il 15° anno questa splendida manifestazione giovanile.

Torna su
ParmaToday è in caricamento