Surfing tra le galassie - a cavallo di un'onda gravitazionale

"Signore e signori abbiamo rilevato le onde gravitazionali. Ce l'abbiamo fatta!", con queste parole David Blair, portavoce del gruppo di ricercatori che hanno contribuito alla scoperta, ha dato l'annuncio al mondo della prima rilevazione diretta delle onde gravitazionali. A 100 anni esatti dalla loro previsione fatta da Einstein, i due rilevatori LIGO costruiti negli USA hanno registrato un debolissimo tremore del pianeta Terra provocato da un evento terrificante avvenuta in una lontanissima galassia: lo scontro e la fusione di due buchi neri. Per oltre un miliardo di anni l'onda da essi generata ha viaggiato attraverso lo spazio-tempo cosmico fino a noi, oggi. La scoperta è tra le più grandi nella fisica di tutti i tempi e per dare un'idea della sua importanza si può usare l'analogia di chi nella storia del cinema, dopo anni di muto, ha potuto assistere alla prima proiezione con colonna sonora. Ora siamo finalmente in grado non solo di osservare, ma anche di ascoltare l'universo.

Ma cosa sono esattamente le onde gravitazionali? Perché sono tanto importanti? E cosa centrano i buchi neri? Come ha fatto Einstein a prevederne l'esistenza?

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma, la mostra di Ligabue inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Tarasconi

    • dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Palazzo Tarasconi
  • 'Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento" al museo Renato Brozzi

    • dal 11 febbraio al 30 maggio 2021
    • Museo Renato Brozzi di Traversetolo
  • corso guide museo guatelli

    • Gratis
    • dal 9 marzo al 13 aprile 2021
    • Museo Guatelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ParmaToday è in caricamento