Tamburi Parlanti alla Galleria Sant'Andrea

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L'Associazione UCAI di Parma è lieta di presentare il secondo omaggio alla musica dal titolo "TAMBURI PARLANTI".

All'interno della mostra "INCONTRI" , inaugurata sabato scorso, il DEDALUS ENSEMBLE si esibirà SABATO 27 SETTEMBRE alle ore 17.30 in Galleria S. Andrea con un canto di percussioni che nel crescendo sonoro di ritmica ed intensità si inserisce volutamente nella mostra di pittura, fotopoesia e ceramica raku, per creare un legame ancestrale tra le Arti.

"Tamburi parlanti" si presenta pertanto come un racconto in musica e parole, ispirato nei testi in particolare agli studi dell' etnomusicologo tedesco Gerhard Kubik, che narra il viaggio svolto dal Griot ossia la figura che rappresenta al meglio il musicista africano. Il Griot attraverso la sua musica conosce varie realtà sonore e non, e assume ruoli diversificati all'interno delle numerose società che incontra nel cammino. Il suo percorso parte dall'Africa ed arriva fino all'America: in tutto il tragitto il compagno prediletto sarà sempre il suo tamburo col quale riesce a parlare e comunicare.

All'interno dello spettacolo questo viaggio verrà narrato da Angelo Gallani, interpretato alle percussioni da Gregorio Ferrarese e Gabriele Anversa, accompagnato dalla chitarra elettrica di Marianna Alfieri e dalla viola di Luciano Cavalli.

Il repertorio spazierà da brani di Steve Reich come "Drumming" e " Clapping Music" , alla musica afroamericana di Sonny Rollins, alternati a brani inediti di ispirazione africana come "Lotta di Tamburi". L'ingresso è gratuito.

Annalisa Mombelli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento