rotate-mobile
Eventi

Traversetolo: Festival Rock e dintorni... 1° Maggio

Torna il tradizionale concerto nel giorno della Festa dei Lavoratori

La Festa dei Lavoratori, come tutti gli anni, torna a Traversetolo con il Festival Rock e dintorni... più longevo di Parma e provincia. L’evento, patrocinato dal Comune di Traversetolo, è organizzato da Pro loco Traversetolo in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha l’apporto di Magic Market e il contributo degli sponsor Electric80 group, Emiliana conglomerati, All glass, Bola, Cavatorta Stefano, Edil Volpi, Admeta, Tomaselli Emanuele. Due palchi, tredici artisti tra band e solisti. Dalle 14 alle 24 si alterneranno in p.zza V. Veneto, mentre la collaborazione con Parma Balfolk porta sul palco di p.zza Fanfulla il trio “Bifòlk”. Nel main stage di piazza V. Veneto si toccheranno diversi generi: electropop, beat, rock, pop rock, rap, trap. Le tantissime richieste arrivate per mesi da cantanti e band dimostrano l’importanza del Festival e la necessità di dare spazio ad artisti che producono la propria musica. Per le vie del paese ci saranno numerosi punti ristoro con diverse offerte gastronomiche, per la birra sono stati selezionati due tra i migliori birrifici artigianali del territorio: da Parma, “Articioc” e da Reggio Emilia “Oldo”.

Non mancherà il trainante e immancabile mercato selezionato con i “Creativi e Artigiani” a cura di Magic Market. Tra le novità di quest’anno, domenica 30 aprile ci sarà il PRE-FESTIVAL del 1°Maggio. Si svolgerà alla birreria “Grolen Brauhaus” in Via per Neviano a Traversetolo. Per l’occasione sarà allestito dai gestori un grande spazio dedicato, diversi i punti ristoro davanti al palco che ospiterà quattro band dalle 16 alla 21. La direzione artistica, a cura di Lorenzo Cavazzini, che viene dall'esperienza del circolo Puerto Libre, e Ugo Cattabiani, già presidente dell'associazione cantautori Rigoletto Records, quest’anno ha pensato al messaggio ROCK E DINTORNI, a dimostrazione che la manifestazione è attenta e aperta ai nuovi stili musicali. Come gradito ospite ci sarà il comico Willer Collura, che accompagnerà tutto il pomeriggio con le sue gag e barzellette. Sempre in p.zza V. Veneto, nel pomeriggio, ci sarà un esibizione degli allievi della scuola di danza e musica “West Africa” di Bannone. Durante la manifestazione ci saranno gli interventi d’informazione sugli artisti e interviste a ospiti a cura dell’assessore Alessia Ziveri e di Nicolas Mantovani, presidente della Consulta provinciale degli studenti di Parma. Tra gli ospiti Pierangelo Pettenati, giornalista e operatore nel settore musicale; Alex Uccelli, presidente dell’assistenza pubblica “Croce azzurra” di Traversetolo. Un mostra fotografica del circolo fotografico Renato Brozzi racconterà per immagini le precedenti edizioni del Festival. 

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta giovedì 20 aprile 2023 in Corte Agresti, hanno partecipato il sindaco Simone Dall’Orto, l’assessore all’Associazionismo Alessia Ziveri, il direttore artistico Lorenzo Cavazzini, la presidente di Pro loco Emanuela Pambianchi. Ha aperto il sindaco Dall’Orto, ringraziando gli sponsor “senza la cui copertura economica non si sarebbe potuto fare nulla. Grazie alla collaborazione con Pro loco e con Lorenzo Cavazzini siamo riusciti a sviluppare un nutrito programma per un più che ricco weekend, che inizierà sabato 29 aprile con il taglio del nastro della mostra mercato ‘Di fiore in fiore’ e continuerà domenica con il pre Festival. Siamo arrivati alla 25esima edizione del Festival, segno che ci teniamo a mantenere la tradizione di un evento nato quasi per gioco e poi affinato nel corso degli anni, sempre a fianco di una parte degli iniziali organizzatori”. “Una direzione artistica – ha sottolineato quindi l’assessore Ziveri – di alto livello. Ma, oltre che per il rock e gli altri generi, ci sarà spazio per affrontare il discorso del lavoro, in particolare legato ai giovani e alla musica, e del volontariato”. Così come ci saranno i prodotti del territorio, come rimarcato dalla presidente Pambianchi: “Pro loco ha preso in mano l'organizzazione dell'evento. Saremo collocati in tre punti ristoro con le birre artigianali”. Il direttore artistico Cavazzini ha invece posto l’accento sulla peculiarità del concerto di Traversetolo “il più longevo di Parma e provincia, organizzato sempre dal 1997, tranne che gli anni della pandemia, che è quella di fare esibire gli artisti con le loro canzoni originali, cosa rara. Inoltre, sarà un Festival che accontenterà un po’ tutti i gusti, e soprattutto le giovani generazioni, di cui ospitiamo i loro generi particolari, come il trap”.

BAND 1° Maggio Dalle 14 in P.zza V. Veneto (davanti al municipio) -

L’ACCADEMIA BAND – Nicola Denti e Lelio Padovani, direttori del Centro Musicale Polivalente l’ACCADEMIA, anche quest’anno apriranno il festival con una band composta dai loro giovanissimi allievi: una tradizione consolidata per testare dal vivo le capacità dei “rockers del futuro”.

LE SEDIE DURE - beat rock cantato in italiano, musicisti con grande esperienza e una vasta produzione originale, riprendono sonorità anni ‘60 –‘70 eseguite in modo scanzonato e divertente.

SALVADORI – rivelazione assoluta con il primo singolo “La recensione”, nel solco della canzone d’autore propone brani che strizzano l’occhio all’indie pop contemporaneo.

GLAUCO – un rapper che dopo anni di freestyle con gli amici, inizia a scrivere canzoni e raccontare il suo mondo, quello della provincia, e del suo amore e odio con essa.

MANU – inizia a cantare a 18 anni, poi l’esperienza nei musical, nel 2015 crea la compagnia musicale “Una canzone per te “. Qui presenta in anteprima il nuovo brano “Quante volte” con musica di Alessandro Bonati e testo di Matteo Papini.

IL PEGGIO E’ PASSATO – il loro è un ottimo electropop, elegante e pungente, grazie anche alle lunghe esperienze avute con due ottime band come Reflue e Celeste Cosa. Per l’evento presenteranno il loro primo album.

GLI ANTONIO BENASSI- seguitissimi da anni, il loro stile è inconfondibile: brani cantati (anche) in dialetto parmigiano tra rock folk e pop; canzoni come ”Parma parallela sono diventate ormai inni della città. Molto richiesti, hanno scelto il nostro festival per esibirsi. - STIRON RIVER - già ospiti diversi anni fa, hanno saputo unire umorismo cantato in modo teatrale con l’aiuto di melodie orecchiabili e mai banali. Con gli Stiron River si ricorda il suo geniale cantante Mauro Terzoni in arte Tarson, che del Festival è stato anche presentatore, purtroppo venuto a mancare.

MADREGA & Flavio Ferri - attiva dagli anni ‘90 è stata tra le band più seguite di Parma, le recenti collaborazioni con Omar Pedrini e Flavo Ferri hanno portato nuova linfa al sound della band. La tappa al 1° maggio di Traversetolo non potava mancare.

BOW – inizia a scrivere testi a 13 anni e pubblicare canzoni solo dopo aver incontrato il suo produttore Frenz cha ha prodotto i brani. Provenendo dal periodo dell’arrivo in Italia del genere trap, è stato attratto dagli artisti del genere soprattutto da come erano diretti negli argomenti che trattavano. Firma un contratto con l’etichetta 44Ent di Milano, ha già alle spalle live a Piacenza e Milano, per la prima volta al Festival del 1° Maggio. - 911Xander – ispirato dal mondo del pop rap americano, si avvicina al trap 3 anni fa. Alla sua prima esperienza live, porterà i suoi singoli già disponibili sulle piattaforme digitali e un inedito che presenterà per la prima volta. - P23 - anche lui alla sua prima esperienza live, si ispira a molti cantati sia italiani che stranieri, appartiene al mondo del rap ma si reputa un artista con più vedute. Il singolo P23 è disponibile sulle piattaforme digitali. Dalle 15:30 in piazza Fanfulla. -

BIFOLK – un mix di musiche e canti che invitano al ballo e all’ascolto. Un trio di musicisti attirati dalla cultura popolare e tradizionale, così come un buon bicchiere di vino, attorno a un tavolo con amici a suonare musica e raccontare storie. BAND 30 APRILE Pre-Festival presso birreria “Grolen” Dalle 16

EMEFJAY – ispirato dal punk rock americano a 14 anni inizia a suonare la chitarra, poi inizia a scrivere. Il periodo della pandemia è stato il momento di svolta e comincia a prodursi i brani in casa. Oggi si esibisce come solista mescolando diversi generi musicali.

BLACK CAT AND THE WHITE RABBITS – folk, punk e tanta Irlanda: un sound fresco e originale, in bilico tra il country e il rock. Una band coinvolgente con ottimi musicisti. - NO BONES - all’attivo hanno un album dal titolo “Resistenti “, il secondo è in fase di lavorazione. Provenienti da band storiche di Parma, il loro è un post-punk indie, capitanata dall’americano (ma parmigiano d’adozione) Alex Jones. Notevole l’energia sprigionata nelle loro performance dal vivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traversetolo: Festival Rock e dintorni... 1° Maggio

ParmaToday è in caricamento