rotate-mobile
Eventi

"Tutti a Teatro": da Siani a Baglioni, quanti artisti al Regio

Sono stati 67.000 gli spettatori che nelle passate sette edizioni hanno assistito e applaudito i 70 spettacoli programmati, registrando il tutto esaurito; il che evidenzia la capacità attrattiva e l’impatto sociale del progetto

“Tutti a Teatro” giunge alla sua ottava edizione e torna ad aprire le porte del Teatro Regio di Parma con una programmazione “per Tutti”. È promossa da Caos Organizzazione Spettacoli, che da oltre trent’anni opera nella realizzazione di importanti eventi culturali a Parma e non solo, con la direzione artistica di Marcello Fava e gli spettacoli si avvalgono del contributo organizzativo di Arci Parma, del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Parma. In calendario numerosi appuntamenti che vedranno la presenza di spettacoli e titoli capaci di coinvolgere e richiamare generazioni diverse: Gigi D’Alessio (10 novembre ‘22) Claudio Baglioni (9 dicembre ‘22), Massimo Ranieri (12 dicembre ‘22), il musical Mamma Mia! (25, 26 gennaio ’23), Arturo Brachetti (21 febbraio ’23), Alessandro Siani (22 febbraio ’23), Teresa Mannino (2 marzo ’23), il musical Pretty Woman (6, 7 aprile ’23), Niccolò Fabi (23 maggio ’23), in scena al Teatro Regio di Parma.

Sono stati 67.000 gli spettatori che nelle passate sette edizioni hanno assistito e applaudito i 70 spettacoli programmati, registrando il tutto esaurito; il che evidenzia la capacità attrattiva e l’impatto sociale del progetto. Di anno in anno, “Tutti a Teatro” ha ampliato il numero di spettatori e appassionati che arriva a Parma anche da fuori regione, talvolta valicando l’ambito nazionale, creando nuovo pubblico, aprendo le porte del Teatro Regio davvero a “Tutti”. Fin dall’inizio “Tutti a Teatro”, dalla prima edizione del 2014, si è posto come obiettivo di essere una proposta culturale complementare ed esercitare una funzione di estensione dello storico cartellone del Teatro Regio di Parma, che da sempre accoglie le eccellenze liriche nazionali e internazionali.

Le programmazioni sono caratterizzate da spettacoli compositi e proposte artistiche con generi musicali e teatrali vari e intergenerazionali, capaci di intercettare i gusti di un pubblico eterogeneo, spaziando dai concerti live di musica leggera, al musical, alla danza, fino ad arrivare e alle eccellenze del teatro comico e di prosa e al family show. La rassegna organizza, diversifica e amplia l’offerta culturale del territorio e pone in evidenza l’importanza dello spettacolo dal vivo come leva di sviluppo locale, una risorsa per creare sostenibilità, benessere, coesione sociale, inclusione e generare valore economico. Non a caso, ogni anno evidente e diffusa è la costante attenzione degli organi d’informazione per tutti gli spettacoli della rassegna.

Nuovamente “Tutti a Teatro” saprà contribuire alla crescita dell’immagine e dell’attrattività della città a rendere accogliente, vivibile il territorio e alla diffusione di una cultura teatrale sempre più differenziata, accessibile e aperta a tutti. Contenuti innovativi e linguaggi artistico-musicali eterogenei, uniti al prestigio della venue, sono gli elementi chiave che hanno favorito il successo della rassegna, edizione dopo edizione. Ci sono inoltre in serbo delle sorprese. Alla programmazione sopra elencata si potranno aggiungere altri spettacoli da collocare nella primavera 2023 al Teatro Regio di Parma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tutti a Teatro": da Siani a Baglioni, quanti artisti al Regio

ParmaToday è in caricamento