rotate-mobile
Eventi

Tutti matti per Colorno, parte il secondo weekend

Da venerdì 2 settembre per tutto il weekend il Festival riprende la sua corsa, con decine di spettacoli di circo contemporaneo, concerti, installazioni e mercatino dell’artigianato

Continua, dopo il successo del primo weekend, da venerdì 2 settembre alle ore 18 e prosegue sabato 3 e domenica 4, sempre dal pomeriggio a tarda sera, la XV edizione di Tutti Matti per Colorno, festival internazionale di circo contemporaneo, teatro e musica all’aperto. Anche quest’anno la programmazione prevede importanti compagnie internazionali e alcune proposte italiane di alta qualità. La Francia, culla del circo contemporaneo europeo, è grande protagonista del programma 2022, anche grazie al sostegno di Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione Franco-Italiana per la creazione contemporanea, che dal 2005 contribuisce a dare visibilità in Italia a opere e artisti francesi. Dopo l’esperienza di una mongolfiera che si libra nel cielo di Colorno, è graditissimo il ritorno di Cirque Inextremiste, che spinge sempre più in là i propri limiti con lo spettacolo Extrêmités (Cortile della Reggia, da venerdì 2 a domenica 4 settembre alle ore 21.00, ingresso a pagamento). I tre acrobati in scena cercano di creare un equilibrio su tavole di legno e bombole di gas che sono costretti a padroneggiare per la loro sopravvivenza. Da questa sfida fisica è nata l’idea di raccontare una storia in cui gli individui dipendono necessariamente gli uni dagli altri e dove solo la solidarietà perme la sopravvivenza del gruppo. Arriva dalla Francia anche la compagnia KIAÏ con la performance Pulse (da venerdì 2 a domenica 4 settembre alle ore 19.00, INGRESSO LIBERO), una pièce di circo contemporaneo in cui un grande spazio rimbalzante spinge gli acrobati in un balletto aereo. Senza più gravità, i sei performer creano un linguaggio comune, invitando lo spettatore a lasciarsi attraversare dall'energia delle loro prodezze. Nelle stesse date anche due compagnie italiane nella sezione IN del Festival.

Arriva per la prima volta a Colorno Fabrizio Solinas con il suo Little Garden - Safari Experience (venerdì 2 e sabato 3 settembre alle ore 18.00, domenica alle 17.45, a pagamento): un vero e proprio safari urbano, un’esperienza immersiva dove l’artista farà percepire al pubblico la natura in modo non convenzionale, attraverso un nuovo linguaggio espressivo che prende forma dalla giocoleria e dai codici animali. E’ un gradito ritorno quello di Tony Clifton Circus con lo spettacolo La Morte di Babbo Natale (venerdì 2 e sabato 3 settembre alle ore 22.30): i clown più odiati dalle mamme italiane faranno a pezzi il mito di Babbo Natale in uno spettacolo difficile da dimenticare. Inoltre la compagnia condurrà a Colorno dal 30 agosto un workshop per 6 artiste e artisti di circo, nell’ambito del progetto Il circo nello spazio - Boarding Pass Plus finanziato dal Ministero della Cultura. Esito di questo lavoro saranno delle performance nello spazio pubblico durante il festival a sorpresa. Contemporanemente il festival ospita anche due stagiste allieve del percorso Cirkarund, anche questo finanziato da Boardin Pass Plus, capofila Circuito Claps della Lombardia. Torano due proposte in cui il pubblico è protagonista e in cui la scena è costruita insieme agli spettatori: La dinamica del controvento, installazione interattiva a e musicale che inviterà i suoi passeggeri ogni giorno a salire a bordo del tappeto volante, cullati dalle note del pianoforte suonato da Irene Michailidis (ideazione Julien Lett, coproduzione Teatro Necessario, Tutti Matti per Colorno e Compagnie Grandet Douglas, con il sostegno dell’Institut français e Fondazione Nuovi Mecenati); i catalani Guixot de 8: sabato 3 a partire dalle ore 20.00 e domenica 4 settembre a partire dalle 17.00 tornano in piazza i loro giochi realizzati con materiali di recupero. Senza batterie, prese, energia diversa da quella del gioco, si metterà alla prova l'abilità del pubblico, con esercizi di tiro, equilibrio, movimento del polso, in una competizione senza vincitori che migliorerà le capacità di tutti.

Anche questo weekend i diversi spazi tra le vie di Colorno, la Reggia e il Giardino Ducale, accoglieranno i numerosi spettacoli delle compagnie della Scena OFF: spettacoli attentamente selezionati dalla Direzione Artistica di Teatro Necessario con un bando a cui ogni anno si candidano più di 200 artisti. Gli spettacoli OFF vanno in scena “a cappello”, raccogliendo al termine dell’esibizione un’offerta libera. Gli spettacoli non sono da prenotare e si accede liberamente. Continua gli spettacoli dopo il primo weekend il DUOFLOSH con lo spettacolo Di Palo in Frasca: Francesco Fiore e Nicola Carbone sono protagonisti di una illogica competizione basata sull’assurdo, tra salti acrobatici, slapstick, evoluzioni intorno al palo cinese e al tavolo acrobatico. Anche TINO FIMIANI continuerà a intrattenere il pubblico di Colorno con Il Mago con la T Maiuscola: magia, pickpocket, giocoleria, gag esilaranti e raffinate che faranno ridere grandi e piccini ma anche occasione per qualche spunto di riflessione. Da Italia e Germania PIGRECO COMPANY con My Heart is on the Table, spettacolo di giocoleria ed equilibrismo con un'ambientazione casalinga. Dal Brasile la compagnia TU MATEIXA presenterà il Gabinetto delle Curiosità, spettacolo di marionette costruite a mano che invita il pubblico a viaggiare nel tempo in modi sorprendenti. Un felice ritorno quello di CREME & BRULÈ, questa volta con Circo Cerini: il teatro di figura si unisce all'arte della manipolazione delle fiamme in uno spettacolo divertente, umoristico e con una componente fortemente visuale in cui il fuoco diventa un elemento narrativo, cifra stilistica della compagnia. Gli acrobati del duo SONEL con lo spettacolo Caddie a Caddie (2 e 3 settembre) trascinano, con umorismo e poesia, il pubblico al limite tra due mondi: il vecchio e il nuovo, il passato e il presente, l'analogico e il digitale.

GAMBEINSPALLA TEATRO ne Il Sogno (2, 3, 4 settembre), con un carretto d’altri tempi condotto da un bizzarro mimo trasporterà lo spettatore attraverso un viaggio dal sapore antico, intriso di sogno e realtà, romanticismo e comicità. La piccola fiera della paura (2, 3, 4 settembre) nasce da una ricerca sul patrimonio immateriale di origine popolare dell’Emilia Romagna. Attorno a questa ricerca la compagnia OFFICINA TEATRALE A_CTUAR di Ferrara ha costruito dei particolarissimi spettacoli che, attraversando fiumi e monti dell’Emilia e della Romagna, fanno rivivere creature fantastiche estinte o quasi, ninne nanne spaventose, fantasmi e modi di dire ormai dimenticati. A chiudere tutte le serate come sempre ci sarà la musica dal vivo (intrattenimento musicale sempre gratuito a ingresso libero) in Spazio Circo nel Giardino della Reggia. Ad aprire il programma del secondo fine settimana alle ore 24.00 di sabato 2 settembre il concerto del gruppo spagnolo MALASANGRE alle 19.45 in piazza per poi chiudere la serata a mezzanotte in Area Feste. Il loro progetto di musica, canto e danza flamenca è ricco di energia e humor, la loro performance ricerca sempre la complicità e il coinvolgimento del pubblico. Sabato 3 e domenica 4 settembre partirà dalla Piazza il percorso della street band RUSTY BRASS, ottetto che propone polke, mazurke e musica da ballo conviviale.

Alle 24.00 di sabato 3 settembre sale sul palco FANFARA STATION, progetto che fonde la forza di un’orchestra di fiati, l’elettronica e i ritmi e i canti del Maghreb; un dance party creato dal vivo da soli tre musicisti e due loop station usate per sovraincidere le tracce e manipolare i suoni acustici ed elettronici. Domenica 4 settembre alle ore 22.00 torna come ogni anno l’atteso appuntamento con il pianoforte di Roberto Esposito (Piano Solo): dal classico alla scompostezza del musicista più ardito, Roberto Esposito spazia tra i generi musicali forte di un virtuosismo legato alla profonda conoscenza dello strumento e di una sensibilità rara nell’entrare in empatia con il pubblico. Sempre domenica 4 chiude il Festival alle 23.00 il duo dall’animo disco-punk WUNDER TANDEM, pronto a stupire l’incauto passante e l’intrepido ascoltatore con mash up caustici che abbattono le differenze di genere. Ad organizzare il Festival Ass. Tutti Matti per Colorno e Ass. Teatro Necessario con il Comune di Colorno e la Provincia di Parma, che da sempre sono al fianco della direzione organizzativa, contribuendo alla buona riuscita della manifestazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti matti per Colorno, parte il secondo weekend

ParmaToday è in caricamento