Alba, associazione musicale, porta walter ricci a parma.

ALBA, associazione culturale neonata , porta WALTER RICCI, cantante jazz di fama internazionale che ha cantanto con Micheal Buble, Bosso ed altri, allo Shakespeare cafè per una giornata all'insegna del canto swing con workshop per cantanti + live show a partire dalle 21.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Primo appuntamento con le attività della neonata associazione ALBA che si prefigge di favorire il libero scambio e circolo delle arti fornendo ad artisti e operatori del settore un incubatore di idee burocraticamente perfetto così che l'arte possa fluire supportata da una struttura ben organizzata e funzionale.

Iniziamo portando a Parma un grande cantante di fama internazionale: Walter Ricci.
Walter terrà un workshop di 4 ore dedicato ai cantanti al pomeriggio a partire dalle 14:30 per poi regalarci uno splendido live la sera stessa.
Il tutto si svolgerà nei locali dello Shakespeare Live Cafè che ci ospiterà per tutta la giornata.

Durante la pausa tra workshop e il live si terrà un aperitivo/conferenza stampa durante cui verrà presentate l'associazione e il suo programma di attività.


=============================================

Costo del workshop 30€
accesso al concerto free con buffet aperitivo a partire dalle 19:30 a soli 5 euro.

Per ISCRIZIONI e INFORMAZIONI
associazionealbaparma@gmail.com
3296398859

=============================================

WALTER RICCI


Walter Ricci classe 1989, nasce e cresce in un ambiente musicale. Suo padre Luigi, diplomato al conservatorio, lo stimola ad ascoltare ogni genere musicale, dalla classica al jazz. Sará peró il jazz a incuriosirlo e ad appassionarlo fin da giovanissimo. Ascolta e apprende i vari stili, dallo swing al bebop, fino al contemporary jazz. A otto anni inizia a cantare imitando colossi come Frank Sinatra, Tony Bennet ed Ella Fitzgerald, e a undici comincia a studiare, con l'ausilio del pianoforte, la tecnica dell'improvvisazione. In tre anni raggiunge una maturitá tale da consentirgli di affiancare sul palco musicisti giá noti e si allena nella migliore palestra per questo genere musicale, la jam-session. A soli quattordici anni si esibisce nei migliori clubs italiani insieme al suo quartetto. Nel 2006 ha vinto il "Premio Nazionale Massimo Urbani", dove ha avuto la possibilitá di conoscere grandi musicisti con i quali ha condiviso esperienze musicali molto significative. Nel 2007 suscita l'interesse di alcuni network internazionali e testate giornalistiche come "Jazz Magazine" e "Jazzit", che gli dedicano varie interviste. Nel 2008 incontra Stefano Di Battista, con il quale Si esibisce come ospite nelle sue Tournée in Italia e all'estero, toccado la Francia, Spagna, Svizzera, partecipando a noti Festival di Jazz come "Festival Jazz di Terni", "Teggiano Jazz Festival", Pozzuoli Jazz Festival", Ispani Jazz Festival" Peperoncino Jazz Festival", "L'Ajaccio Jazz in Corsica", "Jazz a la Coste" di Malaga e molti altrettanto famosi. Nello stesso anno la voce compare all'interno dell'album "TOUCH" di Lorenzo Tucci, uno dei batteristi jazz di maggior talento in italia, distribuito dalla "SCHEMA RECORD" in Giappone e in altri paesi. Nel 2009-10 arriva l'incontro con Pippo Baudo dove quest'ultimo lo invita all'interno degli studi di Rai 1, al programma "Domenica In" collaborando insieme ad artisti di fama Internazionale. Anche durante quest'anno segue un ulteriore collaborazione artistica con un noto musicista, Guido Pistocchi nell'album "SPRING TIME" etichettato da "DEJAVU RECORD". Grazie alle sue importanti esperienze artistiche, lo hanno portato ad incontrare i più noti cantanti italiani tra cui Mario Biondi, portandolo alla collaborazione con quest'ultimo di un duetto della traccia n.6 "The Door is Still Open to My Heart", brano presente nell' ultimo Album intitolato "DUE", e lo coinvolge oltretutto nel suo Tour. Una delle sue ultime innovazioni artistiche nasce nuovamente da un amicizia e collaborazione con Daniele Scannapieco, creando un disco in omaggio a uno dei più grandi compositori della storia, dandogli appunto il nome di "THE COLE PORTER SONGBOOK".
Nell'ottobre 2012 ha il privilegio di esibirsi come ospite del quartetto di Luca Santaniello al "Dizzy's Club Coca Cola" del Lincoln Center Di New York. Nonostante la sua giovane etá, Walter Ricci continua ad esibirsi con il suo quartetto e con altri vari progetti, dimostrando di avere la padronanza vocale della grande tradizione dei piú noti crooners d'oltre Oceano, ma richiama anche l'influsso di generi contemporanei, che confluiscono spontaneamente in uno stile contaminato da nuove sonoritá, spaziando abilmente dal jazz al pop.


www.walterricci.com

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento