giannina barilli: colori e musica di una vita

Alla Galleria S.Andrea per tre settimane la retrospettiva della parmigiana Giannina Barilli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L'associazione UCAI è lieta di presentare la retrospettiva di GIANNINA BARILLI COLORI E MUSICA DI UNA VITA presso GALLERIA S.ANDREA Via Cavestro, 6, Parma INAUGURAZIONE SABATO 4 FEBBRAIO ALLE ORE 17 Arricchito dall'Intervento musicale a cura dell'associazione culturale La Contessa Scalza Voce: Eleonora Nidi e Stefania Rava Pianoforte: Emanuele Nidi Dal 4 al 23 febbraio 2017 Ingresso libero Orari: da martedì a sabato 10-12 e 16-19; domenica 16-19; lunedì chiuso Una retrospettiva con circa quaranta dipinti che attraversano una lunga carriera artistica, in cui l'autrice Giannina Barilli ha affrontato temi e soggetti vari: paesaggi, nature morte, ritratti, che danno corpo alla mostra dal titolo COLORI E MUSICA DI UNA VITA. Come infatti spiega la stessa pittrice: "Mozart, Vivaldi, Beethoven, Battisti, Lucio Dalla. La musica è sempre stata immancabile e fedele compagna del mio percorso pittorico che dal 1982, quando esordiente esponevo insieme a mio padre Aristide, mi ha portata e riportata oggi nella galleria Sant'Andrea, suggestivo ed amato luogo che nel 2008 ha ospitato la mia personale "Questo è Amore". Dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti di Parma, ho intrapreso la carriera dell'insegnamento nei vari comuni della provincia di Parma e Piacenza. Ho cercato di dare il meglio di me stessa e mettere tutta la passione per far vedere ai miei alunni come procedere per ottenere ciò che si era programmato. Ho partecipato a varie mostre e collettive in cui la mia pittura, composta da fiori, ritratti e composizioni varie, voleva liberare il mio naturale talento con amore e fantasia. Tanti sono i ricordi di quei momenti. Il ricordo, per esempio, di quel nugolo di fumo che fuoriusciva dal camino posto sul tronco del campanile e in quel fumo io vedevo i putti del Correggio festanti e la Vergine con la braccia protese verso il cielo che sembrava dire: "Eccomi". Il tempo vola ed ora, in occasione del mio prossimo compleanno, desidero fare una retrospettiva del mio operato dedicandolo a tutti i conosciuti che mi stimano e che mi vogliono bene. Ringrazio tutti coloro che parteciperanno e saranno partecipi della mia sorprendente fortuna: nascere in una famiglia di artisti dove dipingere è fare ciò che più ti piace. E per premiare la loro presenza, un intrattenimento musicale: ennesima colonna sonora di questo mio viaggio fatto di luci e colori" MOSTRE: 1982: Traversetolo, galleria "della Carolina", esordiente insieme al padre Aristide Barilli 1984: Chiesa di San Tiburzio 1998: Galleria Sant'Andrea in contemporanea con Palazzo Pigorini per "Casa Barilli" 2008: Galleria Sant'Andrea per "Questo è amore"
Torna su
ParmaToday è in caricamento