giornata internazionale contro la violenza sulle donne

SABATO 25 NOVEMBRE GESSICA NOTARO AL CENTRO EUROSIA DI PARMA

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Inoltre, esibizioni sportive e spettacoli a cura delle associazioni del territorio Il 25 novembre è stato scelto come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite e in ogni parte del mondo sono quindi previste in questa data manifestazioni, iniziative, attività di sensibilizzazione. Anche il centro commerciale Eurosia ha deciso di dedicare a questa importante ricorrenza uno spazio speciale, per dare un contributo ad una nuova cultura della prevenzione, fondata sul rispetto e sul rifiuto della violenza. Sono quasi 7 milioni, secondo i dati Istat, le donne che nel corso della propria vita hanno subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale. I partner attuali o gli ex sono prevalentemente gli autori delle violenze più gravi. I dati mostrano che più di una donna su tre - vittima della violenza del partner - ha riportato ferite, lividi, contusioni o altre lesioni (37,6%). Circa il 20 % cento è stata ricoverata in ospedale a seguito delle ferite riportate, e più di un quinto di coloro che sono state ricoverate ha avuto danni permanenti. Secondo le elaborazioni Istat sui dati del Ministero dell’interno, sono state 149 le donne vittime di omicidi volontari nel 2016 in Italia. È complesso dire quanti di questi siano definibili come femminicidi, perché in Italia e nei paesi della UE non esiste una definizione giuridica di tale reato, ma se si esamina la relazione autore/vittima, di quei 149 omicidi di donne nel 2016, quasi 3 su 4 sono stati commessi nell’ambito familiare: 59 donne sono state uccise dal partner, 17 da un ex partner e altre 33 da un parente. Sabato 25 novembre in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne il centro Eurosia organizza un pomeriggio con diverse attività per dire NO ALLA VIOLENZA: sono previste esibizioni sportive, dimostrazioni di difesa personale a cura dell’Associazione Aikido Itai Doshin di Parma e spettacoli di danza classica, moderna e hip-hop a cura dell’Associazione Start Danza Movimento di Parma. E poi ci sarà la testimonianza di Gessica Notaro, la ragazza sfregiata con l’acido il 10 gennaio scorso a Rimini, dal suo ex fidanzato, condannato a 10 anni di carcere. Oggi, Gessica vuole ricominciare la sua vita, nonostante il suo volto sia segnato per sempre e le ferite dell’anima siano difficilmente rimarginabili. La sua storia è esemplare e raccontarla è importante per capire, per condannare, per riflettere, per agire, per denunciare. Recenti studi di valutazione dell’investimento sociale hanno evidenziato l’importanza della prevenzione e sensibilizzazione per interrompere il ciclo della violenza. La prevenzione primaria, infatti, è essenziale per interrompere il circolo vizioso della trasmissione intergenerazionale della violenza, un meccanismo sul quale l’intervento è stato finora modesto (Fonte: Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio - Audizione del Presidente dell’Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva, 27 settembre 2017). Questo significa che è necessario radicare una cultura forte della non violenza, educare le nuove generazioni, sensibilizzare per prevenire. Non solo nella Giornata Internazionale, ma sempre, ogni giorno, in famiglia, nella scuola, nei luoghi di aggregazione, nello sport. Appuntamento quindi Sabato 25 novembre al centro Eurosia, dalle ore 16.00.
Torna su
ParmaToday è in caricamento