menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riparte BiciAntismog, il progetto di Fiab Parma Bicinsieme sostenuto da Comune di Parma e Infomobility

Il progetto BiciAntiSmog, organizzato da quasi dieci anni da Fiab Parma Bicinsieme nelle scuole elementari e medie della città, è volto ad incentivare l’utilizzo della bicicletta negli spostamenti casa-scuola

Il progetto BiciAntiSmog, organizzato da quasi dieci anni da Fiab Parma Bicinsieme nelle scuole elementari e medie della città, è volto ad incentivare l’utilizzo della bicicletta negli spostamenti casa-scuola. “In periodi di forte inquinamento da traffico – ha affermato l’assessore Gabriele Folli nella conferenza stampa di presentazione - è fondamentale educare i giovani e i loro genitori ad una mobilità sostenibile, rispettosa dell’ambiente e della salute”. 

BiciAntismog, già approvato dalla Comunità europea e finanziato lo scorso anno dalla Regione Emilia-Romagna, viene realizzato con il sostegno del Comune di Parma e di Infomobility in collaborazione con la Cooperativa Cigno Verde, Progetto RiCiclo. “Il progetto – ha spiegato Andrea Mozzarelli. Presidente di FIAB Parma - inizierà ufficialmente il 23 marzo e prevede la consegna ad ogni alunno di una scheda sui cui verrà attaccato un bollino verde per ogni giorno di utilizzo della bici per andare a scuola. A fine anno, saranno consegnati premi a tutti i partecipanti e premi speciali ai più assidui, alle classi con più partecipanti e alle scuole con più studenti in bici”.

Quest’anno partecipano le scuole elementari Don Milani, Martiri di Cefalonia, Rodari, Iacopo Sanvitale, Pezzani e la Scuola per l’Europa, e le scuole medie Puccini, Verdi, Ferrari, Salvo D’Acquisto. I ragazzi e bambini che parteciperanno sono circa 1200. Nelle varie scuole verranno organizzati incontri di educazione stradale tenuti dalla Polizia Municipale, di conoscenza della bicicletta con i volontari dell’associazione insieme al personale del Cigno Verde e di educazione alla mobilità sostenibile. 

“Bici Antismog – ha ricordato Giovanni Bacotelli, amministratore di Infomobility - rappresenta una delle tante iniziative attivate da Infomobility e Comune di Parma in collaborazione con FIAB Bicinsieme per la sensibilizzazione dei cittadini ad un maggior uso della bicicletta per gli spostamenti in ambito urbano. Per questo tipo di spostamenti, infatti, la bici è considerata il mezzo di trasporto più efficiente, economico, pratico e salutare perché influisce in modo positivo sulla qualità dell’aria che si respira in città e sulla qualità della vita dei cittadini”. 

“Riteniamo importante educare i bambini alla cultura della bicicletta fin dalla più tenera età - ha sottolineato l’Assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli - affinché le abitudini possano mantenersi in età adulta, e creare i presupposti per lo sviluppo della ciclabilità fra gli adulti di domani”. Nel 2014, sono stati premiati complessivamente 1040 alunni su 70 classi. Se si moltiplica il numero dei bambini e ragazzi per i giorni in cui hanno utilizzato la bicicletta per recarsi a scuola (mediamente 20 volte) si ottengono circa 21000 percorsi effettuati, che raddoppiano se si considerare andata e ritorno, “vale a dire – ha precisato Mozzarelli – 42.000 chilometri in meno di auto in città”. Un risultato decisamente rilevante che riduce il numero di auto sui percorsi casa-scuola e viceversa, con conseguente abbattimento dello smog. 

La semplicità del progetto e i costi ridotti rispetto ai più complessi e costosi bicibus e pedibus fanno di BiciAntiSmog un’iniziativa applicabile a tutte le scuole cittadine e utilizzabile in tutti i contesti urbani della regione Emilia-Romagna, le cui caratteristiche morfologiche facilitano l’uso della bicicletta anche da parte dei bambini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento