menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sviluppo Sostenibile: incontro con Marco Morosini alla libreria Chourmo

In occasione della settimana di chiusura del Decennio dell'Educazione allo sviluppo sostenibile (DESS UNESCO) la Provincia di Parma e CIREA Università di Parma organizzano un'iniziativa per riflettere, capire e informarsi

In  occasione della settimana di chiusura del Decennio dell’Educazione allo sviluppo sostenibile (DESS UNESCO) la Provincia di Parma e CIREA Università di Parma organizzano un’iniziativa per riflettere, capire e informarsi. L’iniziativa è promossa nell’ambito delle azioni del progetto europeo “SEEDS Science education and Environmental ethics” e s’interroga sulla possibilità di un futuro sostenibile. Due gli appuntamenti per cercare di rispondere a questo interrogativo: Cultura, etica, impegno civile possono davvero darci un futuro migliore?

A parlarne sarà Marco Morosini del Politecnico Federale di Zurigo, curatore del libro Futuro sostenibile (Edizioni Ambiente). 
Giovedì 27 novembre 2014, alle 17.30, alla libreria CHOURMO (via Imbriani 56, Parma). A introdurre l’incontro sarà Antonio Bodini dell’Università degli Studi di Parma Venerdì 28 novembre 2014 dalle 10.30 alle 12.30, all’Auditorium “Bocchialini-Bodoni” (Viale Piacenza 14, Parma). A introdurre l’incontro sarà Aluisi Tosolini, dirigente scolastico Liceo “A. Bertolucci” di Parma

L’iniziativa è in collaborazione con IIS “Paciolo D'Annunzio”, Itas “F. Bocchialini”, Liceo “A. Bertolucci”, Liceo “G. Marconi”, ANISN di Parma, Ass. Googol, LEGAMBIENTE, Fruttorti di Parma, Coop Cigno Verde, WWF, UISP La partecipazione è libera e gratuita con prenotazione a Giuseppe Boselli 0521 931786 g.boselli@provincia.parma.it - Assessorato ambiente, Provincia di Parma


MARCO MOROSINI
Nato a Milano nel 1952, ha studiato in Italia e in Germania. Lavora dal 1998 sui sistemi d’indicatori di sviluppo sostenibile ed è stato professore invitato al Politecnico federale di Zurigo, dove lavora, e professore a contratto alle Università di Pavia, Siena, Pisa e Ancona. Con le Università di Milano e di Siena ha ideato nel 1988 il "Gruppo di lavoro sulla contaminazione nelle aree remote" per misurare i livelli minimi globali di contaminazione chimica. Presso il Centro di valutazione delle scelte tecnologiche di Stoccarda ha diretto un progetto sugli indicatori di sviluppo sostenibile. Dal 2001 al 2003 ha partecipato al progetto PRECAUPRI della Commissione Europea per l’applicazione del principio di precauzione. Insieme a Wolfgang Sachs, ha adattato all’Italia "Futuro sostenibile - Le risposte eco-sociali alle crisi in Europa" (2011), versione italiana dello studio del Wuppertal Institut "Zukunftsfähiges Deutschland in einer globalisierten Welt". E’ consulente dell’iniziativa Bilanci di giustizia e dell’iniziativa “Responsabilità per il Creato” della Diocesi di Vienna. Per la Televisione Svizzera ha curato il documentario “Un futuro sostenibile”, premiato dall’ENEA. Scrive in Huffingtonpost.org in nove paesi. E’ collaboratore di Avvenire, Aggiornamenti Sociali, Il Caffè, e Internazionale, per il quale ha tenuto una rubrica sugli stili vita sostenibili. Ha pubblicato in Le Monde, Liberation, Courrier International, Mediapart, Neue Zürcher Zeitung, Basler Zeitung, Wochenzeitung, Tageszeitung


Futuro sostenibile, 2008 (Edizioni Ambiente)
Il libro analizza i principali fattori della crisi ecologica e sociale globale proponendo ai paesi industrializzati un’agenda concreta per riformare la società, l’economia e le tecnologie, le istituzioni internazionali e le relazioni economiche Nord-Sud, gli stili di vita e la partecipazione politica dei cittadini-consumatori. Questo studio ha ispirato una campagna per la sostenibilità promossa da tre grandi organizzazioni tedesche per l’ambiente e per la cooperazione allo sviluppo. È stato definito “un’opera di riferimento nel campo della sostenibilità” dall’ex presidente della Repubblica Federale Tedesca, Horst Köhler, ed è sulla scrivania dell’attuale presidente, Christian Wulff. L’edizione italiana è stata adattata ai paesi europei e integrata con alcuni riferimenti al nostro paese, proponendosi così come un concreto progetto politico e sociale per un futuro sostenibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento