menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il comitato GCR chiude i battenti, l'ultimo appello: "non rinunciate mai a dire la vostra"

L'attività dello storico comitato Gestione Corretta Rifiuti, impegnato da anni contro l'inceneritore di Parma, è arrivata al capolinea. Lo annuncia il comitato stesso con un post

Finisce l'esperienza del comitato Gestione Corretta Rifiuti nato per protestare contro la costruzione dell'inceneritore di Ugozzolo, in funzione dal 2013. 

Negli anni si sono fatti conoscere per la sensibilità sulle tematiche ambientali e sulla differenziata cittadina.

Ora però annunciano lo scioglimento del comitato "sappiamo ora di essere in molti a vigilare, pronti a mobilitarci nuovamente. Sappiamo di aver piantato un seme che saprà dare i suoi frutti.
".

Qui la lettera finale apparsa sulla pagina del comitato:

Cari amici,
l’avventura del GCR, è giunta al termine.
Si sono compiuti nei giorni scorsi i passi ufficiali per lo scioglimento dell’Associazione presso gli Enti competenti, e quel che resterà sarà la storia del nostro cammino insieme. 
Una storia che ha avuto inizio dieci anni or sono, partita da un’idea di pochi amici, proposta con risolutezza e capacità. Non siamo stati un “movimento antagonista”, ma un’Associazione in cui molti cittadini hanno potuto riconoscersi, contribuendo al successo di varie iniziative. Un'associazione che ha fatto informazione e proposte su un tema così delicato come quello dei rifiuti e dello spreco delle risorse. 
Non c’è un evento simbolo che caratterizza il nostro percorso, ma ve ne sono molteplici e ci piace ricordarli.
Gli incontri, quasi sempre gremiti, nei vari auditorium ed alla Camera di Commercio; il faccia a faccia pre-elettorale Pizzarotti – Bernazzoli in un Paganini mai così pieno per nessun altro evento.
I convegni a cui hanno partecipato personalità del mondo scientifico nazionale ed internazionale, medici, associazioni.
Neppure si possono dimenticare le manifestazioni di piazza, le manifestazioni nazionali contro gli inceneritori, le fiaccolate di Santa Lucia con i bambini. Eventi che meritano una riflessione su come e quanto questa Associazione abbia saputo mantenere i toni pacati e misurati pur in un terreno che si sarebbe prestato benissimo a furibonde battaglie, non solo dialettiche.
E ancora il progetto proposto alle scuole per educare i più giovani alla raccolta differenziata ed alla riduzione degli scarti.
Il nostro impegno è stato quello di diffondere informazioni e non di inventarle per opportunismo, per portare al centro dell’opinione pubblica problemi ed emergenze prima di allora mantenute riservate.
Nel momento in cui l’Associazione GCR si scioglie consentiteci un ultimo appello: non rinunciate mai a dire la vostra soprattutto su queste tematiche vitali ed universali. La libertà, cari amici, è un bene prezioso che non deve essere negoziato né sprecato. 
In futuro il pericolo è che “si concentri” l’incenerimento aumentando la potenza di pochi impianti e spegnendone altri. Il timore è che Ugozzolo possa divenire la fornace di una vastissima area regionale e non solo, nonostante l’impegno profuso dalla cittadinanza nel differenziare e ridurre lo smaltimento.
Sappiamo ora di essere in molti a vigilare, pronti a mobilitarci nuovamente. Sappiamo di aver piantato un seme che saprà dare i suoi frutti.
Il Consiglio Direttivo GCR.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

  • Cronaca

    Bonaccini: "La scelta di riaprire è ponderata e non è un libera tutti"

  • Cronaca

    Ecco il 'pass' per gli spostamenti tra Regioni arancioni e rosse

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento