menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilità, l'assessore Folli al meeting Civitas a Umea

Il Comitato Politico di Indirizzo ha trattato la necessità di rafforzare i rapporti con la Commissione Europea sugli incentivi a progetti di mobilità sostenibile nei centri urbani e l’organizzazione del forum 2016

L’assessore alla mobilità del Comune di Parma Gabriele Folli, in qualità di Vice-Presidente del comitato politico di indirizzo (PAC) di Civitas (https://www.civitas.eu/), ha partecipato nei giorni scorsi al meeting Civitas di Umea, città di 120.000 abitanti nel nord della Svezia dove si è svolto in concomitanza uno study-tour sulle esperienze di mobilità elettrica nel trasporto pubblico della città svedese. Alla riunione erano presenti i componenti del PAC di Civitas, che vede 13 membri rappresentanti delle città di Parma, Delft (Olanda), Funchal (Portogallo), Gdynia (Polonia), Goteborg (Svezia), Lubiana (Slovenia), Odense (Danimarca), Reggio Emilia, Rijeka (Croazia), Santander (Spagna), Szeged (Ungheria), Torres Vedras (Spagna) e Umea (Svezia). Il PAC ha trattato, tra i vari temi in agenda, la necessità di rafforzare i rapporti con la Commissione Europea sugli incentivi a progetti di mobilità sostenibile nei centri urbani, il resoconto del forum Civitas 2015 che si è tenuto lo scorso ottobre a Lubiana e l’organizzazione del forum 2016 che si terrà a Gdynia in Polonia il prossimo settembre. Da ultimo l’assessore Folli insieme ad Alessandro Meggiato, dirigente mobilità del Comune di Reggio Emilia, ha presentato l’agenda della prossima riunione del PAC che si terrà congiuntamente tra Parma e Reggio il 5 ed il 6 luglio di quest’anno per cui anche in quest’occasione è previsto uno study-tour sui servizi di bus-on-demand e scolastici di TEP.

Nello study-tour di Umea, a cui ha partecipato anche il Vice-Presidente di TEP Mirko Rubini, molto interessanti le esperienze presentate da Margareta Rönngren, Vice-Sindaco di Umea e da Jonas Hansson, Amministratore Delegato di Hybricon (https://hybricon.se/), l’azienda locale produttrice dei bus elettrici, che hanno passato la fase prototipale ed ora sono da anni in servizio di linea su tre tratte urbane tra cui quella che collega aeroporto a centro città. L’assessore Folli a questo proposito dichiara “Si tratta certamente di una delle prime esperienze in Europa che va oltre la fase sperimentale ed assicura un servizio affidabile, tra l’altro in condizioni climatiche estreme, su autobus elettrici che in alcuni casi viaggiano 7 giorni su 7 fino a 20 ore al giorno. Nei prossimi confronti che avremo con la Commissione Europea sarà nostra cura raccomandare che iniziative di questo tipo vengano replicate anche in altri contesti urbani e che vengano assegnati adeguati finanziamenti a supporto”

I bus in servizio sulla rete urbana viaggiano in modalità completamente elettrica, hanno in dotazione un motore supplementare funzionante a bio-diesel per eventuali emergenze, sono dotati di un sistema di recupero energetico in frenata e di ricircolo dell’aria calda prodotta dal motore elettrico per integrare il riscaldamento in cabina. Le stazioni di ricarica veloce sono 3 in tutta la città e possono ricaricare rapidamente i bus in soli 3 minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento