menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata Mondiale dell'Ambiente, a Parma il gelato lo facciamo così...

Dolce e sostenibile, a Parma lo facciamo così. La "fabbrica del gelato" di Parma è il primo sito produttivo a "rifiuti zero" per Nestlé in Italia

Lo stabilimento Nestlé di Parma è il luogo in cui i rifiuti diventano energia e gli scarti industriali tornano a nuova vita. Mentre il 5 giugno si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente, lo stabilimento parmigiano si attesta come il primo per Nestlé Italiana ad aver azzerato i rifiuti da inviare in discarica.

Grazie all’impegno di tutte le persone che lavorano nel sito produttivo è stato possibile infatti portare avanti un efficiente sistema di corretta differenziazione dei rifiuti che ha permesso di dare una seconda possibilità agli scarti: i rifiuti che con la raccolta differenziata non rientrano tra gli altri materiali riciclabili vengono recuperati e destinati oggi a creare energia.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è un momento chiave per ribadire la nostra attenzione per la salvaguardia dell’ambiente, una priorità per Nestlé – ha dichiarato Marco Toppano, Direttore Tecnico di Nestlé Italiana – In questo senso lo stabilimento di Parma azzerando i rifiuti destinati in passato alla discarica e che naturalmente si creano durante un processo produttivo, offre una prova concreta del nostro impegno nell’adozione di misure all’avanguardia che consentono ai nostri stabilimenti di migliorare le performance e ridurre così il proprio impatto ambientale”.
 

Lo stabilimento di Parma è il primo a raggiungere questo obiettivo che vede tutti i siti impegnati per arrivare a “zero waste”: Nestlé Italiana infatti tra il 2010 e il 2014 ha ridotto in modo considerevole la quantità di rifiuti destinati alla discarica, per una percentuale pari al 94%. Più in generale, nel 2014 (rispetto all’anno precedente) l’azienda ha ridotto i consumi energetici del 9,1% e negli ultimi 5 anni, il risparmio energetico è stato del 12,9%, sempre per tonnellata di prodotto. Nel 2014 è inoltre riuscita a ridurre del 10% i consumi idrici per tonnellata di prodotto rispetto al 2013.

All’interno dello stabilimento Nestlé di Parma, che utilizza solo Green Energy, vengono prodotti oggi circa 130 milioni di porzioni di gelato all’anno, principalmente a marchio Antica Gelateria del Corso, che da Parma partono per raggiungere l’Italia e l’estero. Nel polo del gelato Nestlé a Parma lavorano oggi circa 250 persone tra gli uffici e le 13 linee di produzione che hanno visto nascere i gelati più celebri, dalla Coppa del Nonno (oggi prodotta nello stabilimento Nestlé di Ferentino) fino all’attuale Cono Vortici Antica Gelateria Del Corso, passando dal Tartufo. Prodotti mito che rappresentano un pezzo del costume italiano e che rimangono vivi nella memoria di tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento