menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornate Fai di Primavera il 19 e il 20 marzo

Anche quest’anno il Comune di Parma ha dato il patrocinio all’iniziativa: l’Assessore alla Cultura Laura Ferraris afferma “saranno proprio le Giornate FAI ad aprire il ricco calendario di celebrazioni per il 200° anniversario dell’arrivo di Maria Luigia d’Asburgo"

Il Fondo Ambiente Italiano organizza la ventiquattresima edizione delle Giornate del FAI di Primavera, in programma sabato 19 e domenica 20 marzo, con oltre 900 visite straordinarie a contributo libero, in 380 località in tutte le regioni d’Italia, è il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale, storico, artistico e ambientale. Nella nostra città la Delegazione del FAI aprirà le splendide sale di Palazzo Sanvitale, oggi sede di Banca Intesa,  e del Convitto Maria Luigia. 

Anche quest’anno il Comune di Parma ha dato il patrocinio all’iniziativa: l’Assessore alla Cultura Laura Ferraris afferma “saranno proprio le Giornate FAI ad aprire il ricco calendario di celebrazioni per il 200° anniversario dell’arrivo di Maria Luigia d’Asburgo, la Duchessa più amata dai Parmigiani”: Parma e il suo territorio infatti celebrano questo avvenimento storico con una serie di iniziative locali e internazionali: 16 esposizioni, 16 luoghi luigini e 16 temi, rappresenteranno un’offerta culturale, turistica ed enogastromomica a tutto tondo, alla scoperta di una realtà dove si riconosce ancora fortemente l’impronta del periodo luigino e del suo respiro europeo”. 

Giovanni Fracasso, capo della Delegazione FAI di Parma, evidenzia: “I due luoghi prescelti per le Giornate FAI hanno un enorme valore storico-artistico: Palazzo Sanvitale è sicuramente una delle più belle dimore italiane e non si può  non rimanere colpiti dal suo incanto. Il Convitto Maria Luigia oltre ad essere uno scrigno di tesori possiede anche un forte valore simbolico: nel grande disegno di Maria Luigia il Convitto doveva essere l’istituzione in cui formare la classe dirigente dei Ducati. Ci piace riprendere questo disegno pedagogico. Il FAI crede fortemente nel primato della cultura. E la nostra Parma deve rimettere al centro questo primato. Il rilancio della città può partire proprio da un grande progetto pedagogico-culturale, un progetto corale e ampiamente partecipato. 

L’organizzazione delle giornate Fai è stata infatti una grande lavoro di squadra”. Sotto il coordinamento della Prof.ssa Bianca Marchi sono stati preparati e formati infatti per le visite a Palazzo Sanvitale  70 studenti del Liceo Romagnosi, del Liceo Toschi, dell’Istituto Macedonio Melloni ecc. che faranno da “apprendisti ciceroni”. Gli studenti hanno assistito alle lezioni specifiche tenute dal Prof. Carlo Mambriani dell’Università di Parma. Per il Prof. Di Vittorio che ha curato la formazione degli studenti del Convitto Maria Luigia:“I ragazzi, in questi mesi hanno potuto partecipare allo studio del restauro dei quadri dell’Accademia degli Scelti, hanno  approfondito la conoscenza di tutto l’ edificio da un punto di vista architettonico e artistico, hanno fatto  lavoro di ricerca. Per la prima volta si sono avvicinati agli ambienti in cui vivono penetrando la storia e l’arte. Il Convitto Maria Luigia  è diventato un grande laboratorio, un luogo dove attraverso un dipinto e un affresco si riconosce la storia della città”.

Questo il programma delle due giornate del FAI e all’insegna dell’arte e della cultura. Sabato 19 Marzo Palazzo Sanvitale sarà visitabile dalle 8.30 alle 13.30 (saranno contingentati gli accessi per motivi di sicurezza). Banca Intesa ha concesso il pieno supporto all’iniziativa. Oltre alla visita delle splendide sale di Palazzo Sanvitale la Fondazione Monteparma ha scelto di aderire all’iniziativa aprendo al pubblico dalle ore 9 alle 13.30 di sabato 19 marzo i suoi Musei dedicati agli artisti di origine parmigiana Amedeo Bocchi e Renato Vernizzi ed organizzando visite guidate gratuite. Il Convitto Maria Luigia sarà visitabile invece sabato 19 Marzo dalle ore 9.00 alle 22.00 e domenica 20 Marzo dalle 9.00 alle 17.00.  Le visite guidate saranno svolte dagli “Apprendisti Ciceroni”. Per il secondo anno le Giornate di Primavera chiudono la settimana di raccolta fondi dedicata dalla Rai al patrimonio culturale in collaborazione con il FAI: dal 14 al 20 marzo la Rai racconterà le storie e l'unicità della nostra grande bellezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento