Come chiedere il cambio residenza a Parma

L'iscrizione anagrafica riguarda i cittadini che, già residenti in un Comune d'Italia, o all'estero, effettuano un cambio di residenza nell'ambito del Comune di Parma

Di cosa si tratta?

L'iscrizione anagrafica riguarda i cittadini che, già residenti in un Comune d'Italia, o all'estero, effettuano un cambio di residenza nell'ambito del Comune di Parma.

Quali oneri e costi bisogna sostenere?

Nessun costo

A chi va presentata la documentazione?

La dichiarazione deve essere resa presso gli sportelli di front office dell'Ufficio Anagrafe del Centro Direzionale (D.U.C.) - Piano -1 - Largo Torello de Strada n. 11/a.

Il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà può essere prelevato:
- Servizio di Front office del Centro Direzionale (DUC) - (piano - 1) - Largo Torello de Strada 11/a
- Delegazione di Corcagnano
- Polo territoriale Via Verona 36a
- Polo territoriale Via Marchesi 37a
- Polo territoriale Largo 8 Marzo
- Polo territoriale Via Leonardo Da Vinci 32a:
o scaricabile tramite Internet all'indirizzo www.comune.parma.it,

Struttura responsabile comune

Struttura: SETTORE CONTROLLI
Referente: CALZOLARI ANGELA

Responsabile del procedimento comune

Iscrizione anagrafica per cambio di residenza di cittadini italiani

La dichiarazione deve essere resa entro 20 giorni dall'avvenuto trasferimento personalmente dal diretto interessato, oppure da un'altro cittadino munito di apposita delega firmata dal delegante e accompagnata dalla fotocopia fronte-retro di un suo documento di riconoscimento.

ITER PROCEDURALE
La dichiarazione deve essere resa da un componente maggiorenne della famiglia, presentando un valido documento di riconoscimento e indicando l'esatto indirizzo della nuova abitazione, il Comune italiano o estero di provenienza e il nome di chi già vi abita.
Il richiedente dovrà compilare a sportello una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà contenente gli elementi necessari per poter  verificare la dimora abituale dichiarata.
Qualora le dichiarazioni non siano sottoscritte in presenza dell'addetto al ritiro della pratica, dovranno essere accompagnate da una copia fotostatica del proprio documento di riconoscimento.
Nel caso in cui esista una relazione di matrimonio, adozione, parentela, affinità o vincoli affettivi di qualsiasi genere tra i componenti della famiglia già residente e i richiedenti, sarà costituita una sola famiglia anagrafica.
L'Ufficiale d'Anagrafe potrà disporre accertamenti tramite i messi notificatori del Comune per verificare la reale presenza stabile dei richiedenti all'indirizzo dichiarato. In particolare potranno provvedere anche ad accertare la veridicità delle dichiarazioni rese circa la legittimità del titolo di possesso dell'immobile ai fini della verifica del requisito della dimora abituale. In questi casi, la registrazione in anagrafe avverrà solo dopo l'esito positivo di tali accertamenti.

NOTIZIE UTILI
Dal 1° ottobre 1995, l'aggiornamento dell'indirizzo sulle patenti di guida e dal 1° marzo 1997 l'aggiornamento sul libretto di circolazione dei veicoli a seguito di trasferimento della residenza o il cambiamento di abitazione, ha luogo direttamente d'ufficio a cura della Pubblica Amministrazione che rilascia una ricevuta provvisoria da conservare con la patente di guida e con il libretto di circolazione fino all'aggiornamento definitivo.
Entro 180 giorni dalla dichiarazione resa all'Ufficiale d'Anagrafe, il cittadino riceverà alla propria residenza un tagliando che sostituirà quello provvisorio e che dovrà essere apposto sui documenti da aggiornare.
Se entro 180 giorni l'interessato non riceve il tagliando, si potrà rivolgere al numero verde: 800-23 23 23.

Qual è la documentazione necessaria?

Documento di identità valido di colui che fa la dichiarazione

Modulistica

File DOC Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (128 KiB)


    * File DOC Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (128 KiB)
      contenente gli elementi utili al fine di verificare la dimora abituale

Qual è la tempistica del procedimento?

Termine di avvio del procedimento:  20 giorni dalla data del trasferimento. Termine di conclusione del procedimento: 90 giorni dalla data della richiesta di trasferimento.

Nel caso in cui sia possibile verificare la dimora abituale dalle diciharazioni dell'utente e la pratica sia completa di tutti gli allegati richiesti, entro cinque giorni dall'ingressamento della pratica, verrà spedita la richiesta di cancellazione all'altro Comune.  
I termini possono essere prorogati per giustificati motivi. L'Ufficiale d'Anagrafe potrà disporre accertamenti tramite i messi notificatori del Comune per verificare la reale presenza stabile dei richiedenti nell'indirizzo dichiarato: la registrazione in anagrafe avverrà solo dopo esito positivo di tali accertamenti. La data di decorrenza dell'iscrizione anagrafica sarà comunque quella della data in cui è stata presentata in Anagrafe la dichiarazione di cambio di residenza.

A chi va presentata la richiesta?

La dichiarazione deve essere resa presso gli sportelli di front office dell'Ufficio Anagrafe del Centro Direzionale (D.U.C.) - Piano -1 - Largo Torello de Strada n. 11/a.

Il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà può essere prelevato:
- Servizio di Front office del Centro Direzionale (DUC) - (piano - 1) - Largo Torello de Strada 11/a
- Delegazione di Corcagnano
- Polo territoriale Via Verona 36a
- Polo territoriale Via Marchesi 37a
- Polo territoriale Largo 8 Marzo
- Polo territoriale Via Leonardo Da Vinci 32a

Iscrizione anagrafica per cambio di residenza di cittadini extracomunitari

Chiunque risieda in modo stabile sul territorio del Comune di Parma proveniente da altro comune o dall'estero è tenuto a richiedere all'Ufficiale d'Anagrafe l'iscrizione anagrafica per sé e per i propri familiari conviventi.
La dichiarazione deve essere resa entro 20 giorni dall'avvenuto trasferimento.   

ITER PROCEDURALE
La dichiarazione deve essere resa dall'interessato o da un componente maggiorenne della famiglia, presentando un valido documento di riconoscimento e indicando l'esatto indirizzo della nuova abitazione, il Comune italiano o estero di provenienza e il nome di chi già vi abita.
Il richiedente dovrà compilare a sportello una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà contenente gli elementi necessari per poter effettuare le necessarie verifiche sulla dimora abituale dichiarata.
Qualora le dichiarazioni non siano sottoscritte in presenza dell'addetto al ritiro della pratica, dovranno essere accompagnate da una copia fotostatica del proprio documento di riconoscimento.
Nel caso in cui esista una relazione di matrimonio, adozione, parentela, affinità o vincoli affettivi di qualsiasi genere tra i componenti della famiglia già residente e i richiedenti, sarà costituita una sola famiglia anagrafica.
L'Ufficiale di Anagrafe potrà disporre accertamenti tramite i messi notificatori del Comune per verificare la reale presenza stabile dei richiedenti all'indirizzo dichiarato. In particolare potranno provvedere anche ad accertare la veridicità delle dichiarazioni rese circa la legittimità del titolo di possesso dell'immobile ai fini della verifica del requisito della dimora abituale. In questi casi, la registrazione in anagrafe avverrà solo dopo l'esito positivo di tali accertamenti.  

NOTIZIE UTILI
Dal 1° ottobre 1995, l'aggiornamento dell'indirizzo sulle patenti di guida e dal 1° marzo 1997 l'aggiornamento sul libretto di circolazione dei veicoli a seguito di trasferimento della residenza o il cambiamento di abitazione, ha luogo direttamente d'ufficio a cura della Pubblica Amministrazione che rilascia una ricevuta provvisoria da conservare con la patente di guida e con il libretto di circolazione fino all'aggiornamento definitivo.
Entro 180 giorni dalla dichiarazione resa all'Ufficiale d'Anagrafe, il cittadino riceverà alla propria residenza un tagliando che sostituirà quello provvisorio e che dovrà essere apposto sui documenti da aggiornare. Si ricorda che i cittadini stranieri iscritti nell'Anagrafe del Comune di Parma hanno l'obbligo di rinnovare all'Ufficiale d'Anagrafe la dichiarazione di dimora abituale nel comune entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno.
Se entro 180 giorni l'interessato non riceve il tagliando, si potrà rivolgere al numero verde: 800-23 23 23.

Qual è la documentazione necessaria?

- Passaporto o carta di identità in corso di validità
- Permesso di soggiorno valido o documentazione alternativa [La documentazione alternativa, in mancanza di permesso di soggiorno, richiesta ai fini dell'iscrizione deve essere:
      - PROVENIENZA DALL'ESTERO CON DECRETO FLUSSI PER LAVORO SUBORDINATO, la documentazione deve essere: Nulla osta rilasciato dallo Sportello Unico per l'Immigrazione e Contratto di soggiorno rilasciato dallo Sportello Unico per l'Immigrazione e Ricevute postali della richiesta di rilascio del permesso di soggiorno.
      oppure
      - PROVENIENZA DALL'ESTERO PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE, la documentazione deve essere: Copia della pagina del passaporto contenente il visto per ricongiungimento familiare e Nulla osta per ricongiungimento familiare rilasciato dallo Sportello Unico per l'Immigrazione e Ricevute postali della richiesta di rilascio del permesso di soggiorno.
      oppure
      - PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE ITALIANO, la documentazione deve essere: Copia del permesso di soggiorno scaduto e ricevuta della richiesta di rinnovo effettuata entro 60 giorni dalla scadenza.]
 

Modulistica

Qual è la tempistica del procedimento?

Termine di conclusione del procedimento: 90 giorni dalla data di richiesta di trasferimento.
I termini possono essere prorogati per giustificati motivi.

A chi va presentata la richiesta?

La dichiarazione deve essere resa presso gli sportelli di front office dell'Ufficio Anagrafe del Centro Direzionale (D.U.C.) - Piano -1 - Largo Torello de Strada n. 11/a.

Il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà può essere prelevato:
- Servizio di Front office del Centro Direzionale (DUC) - (piano - 1) - Largo Torello de Strada 11/a
- Delegazione di Corcagnano
- Polo territoriale Via Verona 36a
- Polo territoriale Via Marchesi 37a
- Polo territoriale Largo 8 Marzo
- Polo territoriale Via Leonardo Da Vinci 32a:
o scaricabile tramite Internet all'indirizzo www.comune.parma.it

Iscrizione anagrafica per cambio di residenza di cittadini stranieri comunitari

Chiunque risieda in modo stabile sul territorio del Comune di Parma, per un periodo superiore a tre mesi, proveniente da altro Comune o dall'estero è tenuto a richiedere all'Ufficiale d'Anagrafe l'iscrizione anagrafica per sé e per i propri familiari conviventi.

ITER PROCEDURALE
La dichiarazione deve essere resa da un componente maggiorenne della famiglia, presentando un valido documento di riconoscimento e indicando l'esatto indirizzo della nuova abitazione, il Comune italiano o estero di provenienza e il nome di chi già vi abita.
Il richiedente dovrà compilare a sportello una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà contenente gli elementi necessari per poter effettuare le necessarie verifiche sulla dimora abituale dichiarata.
Qualora le dichiarazioni non siano sottoscritte in presenza dell'addetto al ritiro della pratica, dovranno essere accompagnate da una copia fotostatica del proprio documento di riconoscimento.
Nel caso in cui esista una relazione di matrimonio, adozione, parentela, affinità o vincoli affettivi di qualsiasi genere tra i componenti della famiglia già residente e i richiedenti, sarà costituita una sola famiglia anagrafica. L'Ufficiale di Anagrafe potrà disporre accertamenti tramite i messi notificatori del Comune per verificare la reale presenza stabile dei richiedenti all'indirizzo dichiarato. In particolare potranno provvedere anche ad accertare la veridicità delle dichiarazioni rese circa la legittimità del titolo di possesso dell'immobile ai fini della verifica del requisito della dimora abituale. In questi casi, la registrazione in anagrafe avverrà solo dopo l'esito positivo di tali accertamenti.

NOTIZIE UTILI
Dal 1° ottobre 1995, l'aggiornamento dell'indirizzo sulle patenti di guida e dal 1° marzo 1997 l'aggiornamento sul libretto di circolazione dei veicoli a seguito di trasferimento della residenza o il cambiamento di abitazione, ha luogo direttamente d'ufficio a cura della Pubblica Amministrazione che rilascia una ricevuta provvisoria da conservare con la patente di guida e con il libretto di circolazione fino all'aggiornamento definitivo.
Entro 180 giorni dalla dichiarazione resa all'Ufficiale d'Anagrafe, il cittadino riceverà alla propria residenza un tagliando che sostituirà quello provvisorio e che dovrà essere apposto sui documenti da aggiornare. Si ricorda che i cittadini stranieri iscritti nell'Anagrafe del Comune di Parma hanno l'obbligo di rinnovare all'Ufficiale d'Anagrafe la dichiarazione di dimora abituale nel comune entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno.
Se entro 180 giorni l'interessato non riceve il tagliando, si potrà rivolgere al numero verde: 800-23 23 23.

Qual è la documentazione necessaria?

    * 1 ) Passaporto o documento di riconoscimento del paese d'origine
    * 2 ) Attestato di regolare soggiorno [già rilasciato da altro Comune italiano, che verrà aggiornato una volta conclusa positivamente la pratica oppure carta di soggiorno in originale che verrà ritirata e sostituita con attestato di regolarità di soggiorno.]
    * 3 ) Domanda per il rilascio attestato di regolarità di soggiorno. [
      per cittadini comunitari provenienti dall'estero oppure non in possesso dell'attestato di regolarità di soggiorno.
      ]
      Scarica .doc
    * 4 ) Documentazione richiesta ai fini del rilascio dell'attestato di regolarità del soggiorno [La documentazione richiesta ai fini del rilascio può essere prodotta dimostrando di:
      -Essere LAVORATORE DIPENDENTE, la documentazione deve essere: Copia del contratto di lavoro, oppure, Copia delle ultime buste paga, oppure, Dichiarazione del datore di lavoro, oppure, Dichiarazione vistata dal Centro per l'Impiego.
      oppure
      -Essere LAVORATORE AUTONOMO, la documentazione deve essere: Copia della dichiarazione dei redditi, oppure, Copia dell'iscrizione alla Camera di Commercio, oppure, Copia del certificato di attribuzione del numero di partita I.V.A., oppure, Copia delle ultime fatture emesse con denominazione della propria ditta.
      oppure
      -Di possedere un REDDITO, la documentazione deve essere: Compilazione dell'apposito modulo di autocertificazione per il possesso dei redditi e copia della Polizza Sanitaria
      oppure
      -Di essere STUDENTE, la documentazione deve essere: la copia del Certificato di Iscrizione alla ]
    * 5 ) Marca da bollo da euro 14,62 [per cittadini comunitari provenienti dall'estero oppure non in possesso dell'attestato di regolarità di soggiorno.]
 

Modulistica


Qual è la tempistica del procedimento?

Termine di avvio del procedimento: 3 mesi dalla data del trasferimento. Termine di conclusione del procedimento: 90 giorni dalla data della richiesta di trasferimento.
I termini possono essere prorogati per giustificati motivi.

A chi va presentata la richiesta?

La dichiarazione deve essere resa presso gli sportelli di front office dell'Ufficio Anagrafe del Centro Direzionale (D.U.C.) - Piano -1 - Largo Torello de Strada n. 11/a.

Il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà può essere prelevato:
- Servizio di Front office del Centro Direzionale (DUC) - (piano - 1) - Largo Torello de Strada 11/a
- Delegazione di Corcagnano
- Polo territoriale Via Verona 36a
- Polo territoriale Via Marchesi 37a
- Polo territoriale Largo 8 Marzo
- Polo territoriale Via Leonardo Da Vinci 32a
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento